Cimoncino, è nato il Baby park di Fanano

fanano_park

Montagna bianca, un divertimento per famiglie. Taglio del nastro l’altro giorno per il Cimoncino, il Baby park del Comune di Fanano, nell’Appennino modenese, che si aggiunge al gemello in località Polle nel Comune di Riolunato.

Un finanziamento complessivo di 560mila euro, di cui più di 400mila statali, in virtù dell’intesa tra Emilia-Romagna e Toscana sottoscritta nel 2019 che assegnava 20 milioni di euro -10 per ogni Regione – per il rilancio delle presenze e degli sport invernali nelle due regioni e 160mila di risorse regionali.

Con il contributo della Regione, oltre al Baby park, sono stati realizzati anche il nuovo rifugio e il tappeto coperto, quest’ultimo con 45mila euro da viale Aldo Moro.

L’inaugurazione oggi alla presenza dell’assessore regionale a Turismo e Commercio, Andrea Corsini, e del sindaco di Fanano, Stefano Muzzarelli.

“Iniziano sempre più a concretizzarsi gli investimenti per la nostra montagna- afferma Corsini-. Un segnale positivo, soprattutto ora che, con il deciso allentamento della curva pandemica, possiamo guardare con fiducia a una ripresa duratura anche delle attività ludico-sportive. Il Cimoncino contribuisce al rilancio del turismo bianco e diventa luogo di divertimento per i nostri bambini che mai come ora hanno bisogno di tornare all’aria aperta e passare qualche ora spensierata di gioco, sempre nel rispetto delle regole di sicurezza che ormai conosciamo bene”.

“Il nuovo rifugio e il nuovo tappeto coperto che insieme al Baby park sono stati realizzati con i fondi per il rilancio della montagna su un’area abbandonata- chiude l’assessore- è un buon esempio di valorizzazione e di cura del territorio e la dimostrazione che insieme, con il lavoro di squadra tra amministrazioni, si possono dare buone risposte ai cittadini”.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Muzzarelli: “La stazione di risalita del Cimoncino sta prendendo nuovo vigore e qualità grazie al nuovo tappeto coperto, al Baby park e ai locali coperti, servizi rivolti alle famiglie che avranno una doppia funzione ovvero sia invernale che estiva. Nel futuro è prevista la realizzazione di un nuovo invaso idrico, la manutenzione straordinaria della strada di accesso alla stazione e la riqualificazione della seggiovia del secondo tronco. Grazie alla Regione al presidente Bonaccini e all’assessore Corsini per la non scontata vicinanza ai nostri territori”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu