Cavriago per il benessere di cani e gatti

cani1

Sabato 27 marzo il Comune di Cavriago ha avviato una campagna di comunicazione social per diffondere i contenuti del regolamento per il benessere animale, approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale nel settembre 2020. Alcune infografiche saranno diffuse con l’obiettivo di incidere in modo positivo sui comportamenti dei proprietari di cani e gatti.

Sono infatti circa 2200 gli animali iscritti all’anagrafe canina del Comune di Cavriago, più di uno ogni due famiglie residenti. Un numero importante, che segnala l’attaccamento che i cavriaghesi hanno per gli amici a quattro zampe.

“E’ fondamentale che sempre più persone si approccino ad una corretta gestione dell’animale, per la tutela del prossimo e dell’animale stesso – commenta l’assessore all’ambiente Luca Brami-. In questo senso abbiamo predisposto una campagna di comunicazione social per diffondere i contenuti del regolamento”.

In questi due anni di attività l’assessorato all’ambiente ha investito molto sulle tematiche legate agli animali, con l’apertura della stanza per la tenuta sotto controllo della popolazione felina, la realizzazione di incontri divulgativi, l’approvazione del regolamento tutela e benessere ed ora, con le infografiche per diffonderne i contenuti.

“Le tante segnalazioni che giungono al comune relativamente alla gestione degli animali, confermate anche dal gestore del canile intercomunale, indicano un grado di consapevolezza non sufficiente relativo ai diritti degli animali e dei doveri dei proprietari, in particolare dei cani che sul nostro comune”. Conclude Brami “Diffondere cultura, buone prassi e fare corretta informazione relativamente alla tutela ed il benessere degli animali significa incidere su alcune di quelle dinamiche che generano conflitti tra vicini, incuria e degrado dei luoghi, pericolo per le persone e sofferenza per gli animali.”

L’amministrazione invita i cittadini a condividere le infografiche sul benessere animale attraverso le piattaforme social facebook e whatsapp.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu