Calcio, Berardi (Sassuolo) patteggia: ammenda di 3.000 euro per la tentata aggressione a un tifoso del Modena

Domenico Berardi Sassuolo

Si è conclusa con un patteggiamento tra le parti la vicenda della tentata aggressione da parte del calciatore del Sassuolo Domenico Berardi nei confronti di un tifoso del Modena, episodio avvenuto al termine di una partita dello scorso 8 agosto – valida per i trentaduesimi di finale della Coppa Italia – che vedeva contrapposte proprio le due squadre emiliane.

Secondo la ricostruzione di quanto accaduto, dopo il match Berardi avrebbe violato l’art. 4 comma 1 del Codice di giustizia sportiva tentando di aggredire nel piazzale antistante lo stadio Braglia di Modena un tifoso della squadra locale che poco prima, insieme ad altri supporter gialloblù, aveva insultato sia l’attaccante del Sassuolo che la sua famiglia con epiteti offensivi. Il contatto fisico tra i due era stato scongiurato solo grazie al tempestivo intervento di un tesserato del Modena e di alcuni addetti alla sicurezza.

Il procuratore della Federazione italiana giuoco calcio Giuseppe Chinè aveva aperto un procedimento nei confronti del giocatore e aveva acquisito agli atti un video dell’episodio, pubblicato online dopo il fattaccio. Come ha reso noto la stessa Figc, in seguito all’accordo Berardi è stato sanzionato con un’ammenda di 3.000 euro, da devolvere entro 30 giorni all’associazione Polivalente San Vito.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu