“Lotto per uscire da infernale malattia”

berlusconi

Sesto giorno di ricovero e per Silvio Berlusconi ci sono buone notizie. Il professor Alberto Zangrillo conferma che il quadro clinico del paziente ‘vip’ del San Raffaele è “in costante evoluzione favorevole”, quindi in miglioramento.

Il medico personale dell’ex premier e responsabile di Terapia Intensiva generale e Cardiovascolare del nosocomio milanese, usa per la prima volta la parola “rassicuranti” senza però eccedere nell’ottimismo. Nel bollettino firmato dal professor Zangrillo sulle condizioni di Silvio Berlusconi si legge infatti: “Oggi, martedì 8 settembre 2020, possiamo confermare l’osservazione di un quadro clinico in costante evoluzione favorevole. Tutti i parametri clinici ed ematochimici monitorati sono rassicuranti”. Berlusconi resta tuttavia blindato nella sua suite al padiglione Diamante, nessun contatto con l’esterno, le telefonate sono smistate ai familiari, per evitargli affaticamenti.

L’ex premier è risultato positivo al Coronavirus mercoledì scorso, dopo vari tamponi negativi. Poi la corsa in ospedale, la notte tra giovedì e venerdì scorsi, dopo aver appurato l’inizio di una polmonite bilaterale. Con il leader di Forza Italia sono risultati contagiati prima i figli Barbara e Luigi, con lui a Villa Certosa in Sardegna, poi ieri anche Marina, presidente di Fininvest e Mondadori. La primogenita del presidente azzurro è ora nella sua casa di Milano e continua a guidare le due aziende, non avendo particolari problemi di salute essendo asintomatica. Anche Marta Fascina, compagna del Cav, è in isolamento ad Arcore.

“Sto lottando per uscire da questa infernale malattia, è molto brutta. Qui al San Raffaele hanno fatto migliaia di esami e io sono risultato tra i primi 5 per forza del virus. Ce la sto mettendo tutta e spero proprio di farcela e di riuscire a tornare in pista”. Lo ha detto Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, da alcuni giorni ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano a causa del Coronavirus.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu