Attesa per il pre-Consiglio sulla sicurezza, tensione tra Lega e M5s

Salvini e Di Maio

Attesa per il pre-Consiglio di oggi sulla sicurezza mentre resta alta la tensione tra Lega ed M5s. Intanto gli occhi sono puntati sulla Borsa dopo le fiammate di ieri dello spread.
Tra le novità dell’ultima ora sul decreto l’istituzione d un fondo per i rimpatri con una dotazione iniziale di due milioni per il 2019.
I fondi potranno aumentare: fino a 50 milioni annui potranno arrivare dai risparmi che derivano dalla razionalizzazione dei centri per l’immigrazione.

Matteo Salvini aveva invitato il M5s a non ostacolare il decreto sicurezza bis. “Giovedì c’è il pre-Consiglio – ha detto il vice premier e ministro dell’Interno intervenendo questa sera a Campobasso -, la settimana prossima Consiglio dei ministri. Ci sono norme per mettere in galera i camorristi, per intercettare gli scafisti, per sequestrare le imbarcazioni che raccolgono in mare gli immigrati non rispettando le indicazioni delle capitanerie e delle organizzazioni internazionali e soprattutto ci sono pene più forti per chi aggredisce le forze dell’ordine.

Capisco le polemiche elettorali, ma la lotta ai camorristi e agli scafisti non può più aspettare altre settimane. Conto che nessuno si metta di traverso”. L’intervento di Salvini dopo la frenata del ministro M5s Toninelli: prima approvare in Parlamento quelli per crescita e sblocca-cantieri, aveva affermato. E poi: “Non vorrei che il dl sicurezza bis fosse stato concepito per coprire il caso Siri. Non vorrei che questi strumenti fossero utilizzati nella campagna elettorale”, ha detto Luigi Di Maio, leader politico M5S, ospite di ‘Porta a Porta’.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu