Asse Reggio-Correggio: una bretella per liberare dal traffico Gazzata

bretella

Grazie a un accordo di programma tra la Provincia di Reggio Emilia ed i Comuni di San Martino in Rio e Correggio è stato completato il finanziamento che consentirà la progettazione della bretella di collegamento tra l’asse Reggio-Correggio della Sp 113 e la Sp 50, in località Gazzata. “Si tratta di un intervento da 2,4 milioni, molto importante per prolungare il nuovo sistema di viabilità tra Reggio e Correggio realizzato in parallelo alla linea ferroviaria dell’Alta velocità, che una volta completata la progettazione contiamo di appaltare entro il prossimo anno”, spiega il consigliere provinciale delegato alle Infrastrutture, Nico Giberti.

“Per la nostra comunità la bretella risulterà fondamentale per migliorare i collegamenti da e per San Martino in Rio, ma soprattutto per liberare dal traffico la frazione di Gazzata”, sottolinea il sindaco Paolo Fuccio.

La nuova strada, che avrà un lunghezza di circa 1 chilometro e 200 metri, proseguirà la viabilità realizzata da Rodano consortile in parallelo alla linea ferroviaria dell’Alta velocità a partire dalla curva della Sp 113, che in quel tratto si chiama via della Pace, subito dopo il sovrappasso di via Masone. Da lì una rotatoria di diametro esterno di 35 metri farà partire la bretella che, proseguendo in parallelo alla linea Tav sino a raggiungere via San Pellegrino, attraverso un’altra rotatoria di diametro esterno di 32 metri si immetterà sulla Sp 50 verso Stiolo e San Martino in Rio.

Il costo dell’opera è di 2,4 milioni, con la Provincia che si farà carico anche della progettazione e delle procedure di appalto dei lavori.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu