Di Maio e Gelmini alla festa del Pd a Villalunga

di_maio

Dal 29 luglio al 15 agosto a Villalunga di Casalgrande, in provincia di Reggio, torna (dopo due anni di assenza a causa della pandemia) la Festa regionale del Partito Democratico dell’Emilia-Romagna, giunta quest’anno alla sua tredicesima edizione.

Un appuntamento che propone in calendario anche incontri con alcuni esponenti politici di punta non del Pd: saranno al Parco Secchia ad esempio il ministro degli affari esteri Luigi Di Maio, che ha recentemente abbandonato il Movimento 5 Stelle per fondare il nuovo soggetto politico “Insieme per il futuro”; il ministro delle politiche agricole Stefano Patuanelli, del Movimento 5 Stelle; la ministra degli affari regionali Mariastella Gelmini, che ha appena lasciato Forza Italia in polemica con la linea del suo partito nella vicenda che ha portato alle dimissioni del premier Mario Draghi.

La festa regionale di Villalunga, insieme a tutte le altre feste che si svolgeranno nelle prossime settimane in Emilia-Romagna, costituiranno a questo punto il cuore della campagna elettorale che porterà fino al voto del 25 settembre. A Villalunga arriverà tra gli altri anche il segretario nazionale del Pd Enrico Letta, in una data che però non è ancora stato possibile definire proprio a causa della turbolenta situazione politica nazionale derivante dalla crisi di governo e dallo scioglimento delle camere. Ha dato conferma della sua partecipazione anche il ministro della difesa Lorenzo Guerini, che prenderà parte a una serata che sarà definita nei prossimi giorni.

Sono numerose, tuttavia, le iniziative già confermate. La festa sarà inaugurata venerdì 29 luglio alle 20 dal segretario regionale del Partito Democratico Luigi Tosiani. A seguire, alle 21, un’iniziativa con la capogruppo del Pd alla Camera Debora Serracchiani e con la ministra Mariastella Gelmini.

Sabato 30 luglio sul palco salirà Gianni Cuperlo, mentre domenica 31 luglio sono previsti due dibattiti: il primo alle 20.30 con il capodelegazione del Pd al Parlamento Europeo Brando Benifei e il sindaco di Reggio Luca Vecchi, il secondo alle 21.30 con l’intervista al responsabile per gli enti locali della segreteria nazionale del Pd Francesco Boccia.

Martedì 2 agosto alle 19.30 sarà la volta del ministro Stefano Patuanelli, affiancato dall’assessore all’agricoltura della Regione Emilia-Romagna Alessio Mammi e da Antonella Incerti, capogruppo del Pd in commissione agricoltura alla Camera; alle 21 interverrà il ministro del lavoro Andrea Orlando.

Mercoledì 3 agosto è in programma un’iniziativa con la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein ed Enrico Borghi, responsabile delle politiche per la sicurezza della segreteria nazionale del Pd. Giovedì 4 agosto ancora un doppio appuntamento: alle 20.30 con i sindaci di Bergamo Giorgio Gori, di Bologna Matteo Lepore e di Piacenza Katia Tarasconi, mentre a seguire sarà intervistato Graziano Delrio.

Venerdì 5 agosto alle 20.30 sarà presentato il libro “Senza paura. La nostra battaglia contro l’odio”, con l’autore Alessandro Zan. Nella stessa serata, alle 21.30, il ministro Luigi Di Maio dialogherà con la capogruppo del Pd al Senato Simona Malpezzi. Sabato 6 agosto alle 20.30 la ministra della famiglia Elena Bonetti sarà sul palco della festa con Cecilia D’Elia, deputata del Pd e portavoce nazionale delle Donne Democratiche; alle 21.30, invece, sarà intervistato il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

Martedì 9 agosto sarà presentato il libro “Ebreo, una storia personale dentro una storia senza fine”, con l’autore Emanuele Fiano (deputato del Pd) e l’eurodeputata del Pd Elisabetta Gualmini. Giovedì 11 agosto, invece, spazio al dialogo tra il sindaco di Ravenna Michele de Pascale e quello di Firenze Dario Nardella.



Ci sono 2 commenti

Partecipa anche tu
  1. Sandro

    Il 5 c’è Di Maio?….Io devo svuotare il Frigo, forse vengo, che vergogna…Sono davvero in difficoltà, difficile da digerire.

  2. FUORI DAL TUNNEL

    IL TUNNEL DELLA GELMINI
    M.S. GELMINI HA IMBOCCATO LA GALLERIA CHE LEI STESSA HA SOSTENUTO ESISTERE TRA IL GRAN SASSO ( ABRUZZO ) E IL CERN ( GINEVRA).
    DOVE SIA ENTRATA E DOVE USCIRA’ NON E’ DATO SAPERE.
    A META’ STRADA, A RIMINI, C’E’ ONFERNO ( SEDE DELL’INFERNO DANTESCO ), SARA’ LI’…


Invia un nuovo commento