Comunali, ecco la lista Insieme per Campegine

spanò

“La nostra squadra è nata dalla convinzione che per fare bene siano necessari tanta passione per il bene comune, le giuste competenze e la condivisione di ideali forti. E dalla convinzione che il confronto e la concretezza siano la strada vincente per rendere Campegine se non il posto migliore dove vivere, il nostro posto migliore, dove fare la differenza. Dove restare insieme”. Così Alessandro Spanò, candidato sindaco della lista “Insieme per Campegine”, ha illustrato le motivazioni che hanno spinto lui e la sua squadra a scendere in campo in vista delle elezioni comunali in programma il prossimo 12 giugno.

Spanò, 34 anni, è nato e cresciuto a Campegine. Laureato in scienze della comunicazione, da 8 anni lavora in prefettura a Reggio Emilia, dove segue prevalentemente tematiche legate alla legalità e alla sicurezza pubblica. “Il nostro progetto politico – ha spiegato Spanò nel corso della presentazione avvenuta ieri al centro sportivo Komodo – nasce mesi fa dall’incontro di diversi cittadini, motivati dalla volontà di riprendere in mano una situazione che, a nostro parere, non rendeva più onore al passato politico e alla storia amministrativa e sociale di questo paese, e nemmeno stava ponendo i presupposti per affrontare con serenità e con progettualità il futuro della comunità. La nostra proposta nasce dall’incontro di energie nuove e giovani e persone con esperienza amministrativa, perché una parte di noi, me compreso, ha in questi anni fatto parte del consiglio comunale. Nel nostro gruppo si uniscono, infatti, una nuova generazione di cittadini attivi e aspiranti amministratori, una tradizione politica di cui siamo orgogliosi e che vogliamo migliorare e aggiornare ai nostri tempi, e di un percorso di opposizione inedito che ci ha formato nella visione critica e nell’ascolto dei campeginesi”.

In merito al programma elettorale, Spanò ha sottolineato gli aspetti principali. “Vogliamo riportare gli uffici comunali alla loro piena efficienza e funzione, ovvero a dare una risposta immediata ai cittadini che si rivolgono a loro, o perlomeno una garanzia di risposta in tempi accettabili. Creare le condizioni di lavoro necessarie insieme ai funzionari e a tutto il personale dei servizi, con un rinnovato spirito di collaborazione e fiducia. Altro elemento è il bisogno di maggior partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza. Nella nostra proposta i progetti di comunità, le idee che mettono insieme i cittadini, il volontariato e le istituzioni, avranno sempre la precedenza sulle altre incombenze dell’amministrazione comunale. Al tema della partecipazione collego anche quello della comunicazione e della trasparenza: in questi anni crediamo di aver tutti assistito ad un vero e proprio corto circuito di comunicazione tra l’amministrazione e i suoi cittadini. Siamo inoltre convinti che sia estremamente necessario fare maggiore comunicazione e attraverso metodi istituzionali”.

Nel corso della presentazione, oltre a Spanò hanno preso la parola tutti i candidati consiglieri che compongono la lista:

Luigi Arata, 57 anni impiegato
Sabrina Bocchi, 23 anni studentessa
Stefania Bonazzi 46 anni impiegata
Silvia Bottazzi 29 anni impiegata
Mirko Calvano 40 anni operaio
Giuliana Cavagni, 68 anni pensionata
Mattia Conti, 34 anni impiegato
Harpreet Singh 32 anni imprenditore agricolo
Cecilia Mazzali 30 anni insegnante scuola primaria
Giusy Mendrano 36 anni istruttore amministrativo e studentessa
Ivan Righi 67 anni pensionato
Nicolò Zanichelli 19 anni studente



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu