‘What a wonderful world’ a Palazzo Magnani

‘What a wonderful world’, anteprima video di 24emilia a Palazzo Magnani, Reggio Emilia. Intervista al presidente della Fondazione Palazzo Magnani, Davide Zanichelli, e all’assessore alla cultura in Comune, Annalisa Rabitti.

La mostra. La storia dell’Ornamento tra arte e natura è protagonista di ‘What a wonderful world’, un percorso dall’età antica ai grandi protagonisti della storia dell’arte, con oltre 200 opere di autori come Durer, Leonardo, Piranesi, Escher, Picasso, Matisse, Warhol e Haring. La mostra è in programma a Reggio Emilia, a Palazzo Magnani e ai Chiostri di San Pietro, dal 16 novembre all’8 marzo. L’esposizione rivela i significati profondi dell’ornamento, visto non più come semplice e superficiale abbellimento, ma fenomeno che investe la quotidianità e il rapporto con la dimensione estetica, “attraversando processi storici sottesi, intrecci tra culture, prestiti di natura filosofica, sociologica e antropologica”.

La rassegna propone diverse sezioni, dal mondo naturale di piante e animali alla pratica, da sempre usata dall’uomo, di adornare il proprio corpo, dall’evoluzione del motivo ornamentale vegetale nei secoli e nelle culture all’attuale visione dell’ornamento perfezionata tra Ottocento e Novecento.



C'è 1 Commento

Partecipa anche tu
  1. Michele Medici

    Veramente l’opera Jazz di Matisse è una delle ultime e minoritarie, quando l’artista era costretto a letto e a modesti collages e non certamente tra le più importanti come ha detto l’assessore. Io una riguardatina all’Argan ce la ridarei…


Invia un nuovo commento