Uccisa in Argentina dall’ex compagno, per anni aveva vissuto a Canossa

stefanatto_uccisa

Sarebbe stata uccisa con un colpo alla testa vibrato con una mazza o con un pesante martello. Così ha trovato la morte Liliana Beatriz Stefanatto, 54 anni, per anni residente a Canossa (prima montagna reggiana), dove aveva trovato marito con il quale poi la vita assieme era finita, e cresciuto 2 figli, il più giovane dei quali, Andrea Grizzi, è morto poco tempo fa in seguito a un incidente sulla provinciale della Val d’Enza mentre era in sella alla sua motocicletta.

La donna, che aveva da sempre manifestato la sua nostalgia per il paese Sudamericano, era da qualche tempo tornata in Argentina e aveva trovato casa nella cittadina di Villa Maria nella provincia di Cordoba. Per la morte della donna, trovata senza vita nell’appartamento di via Santa Fe, l’autopsia, riporta un’agenzia di stampa locale, avrebbe dimostrato che la vittima è deceduta in seguito a una forte commozione celebrale. Dopo una breve indagine, per il fatto di sangue, sarebbe stato tratto in arresto Ignacio Emilio Aldeco, 45 anni, il compagno della 54enne uccisa.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu