Turismo, l’Emilia-Romagna prevede un’estate da “tutto esaurito” in Riviera e in Appennino

spiaggia ombrelloni mare ph. Davide Piras Apt Servizi

L’Emilia-Romagna, dopo un 2020 difficile per la pandemia di nuovo coronavirus che ha sconvolto abitudini e certezze di turisti italiani e stranieri, guarda all’estate 2021 con grande fiducia in attesa della ripartenza verso una possibile “nuova normalità”.

L’assessore regionale al turismo Andrea Corsini, nel corso della presentazione della Destinazione unica Modena-Bologna, ha rivelato che “ci sono già moltissime prenotazioni, quasi da tutto esaurito per luglio e agosto su Riviera e Appennino”, per ora soprattutto di turisti italiani; segnali che per l’assessore rappresentano “un raggio di luce in fondo a questo tunnel”.

“A giugno, almeno per il momento, un po’ meno”, ha spiegato Corsini, dicendosi comunque “molto fiducioso”: “Non appena le condizioni ci consentiranno di ripartire, il turismo sarà un elemento e un fattore determinante per la ripresa economica del paese”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu