Sono chiusi diversi ponti nel Modenese

piena_secchia_art

Per motivi precauzionali la popolazione è invitata a portarsi ai piani alti delle abitazioni. Il sindaco di Campogalliano ha disposto già nella serata di domenica provvedimenti di evacuazione di residenti nell’area a valle della cassa di espansione. Chiusi diversi ponti in provincia (Ponte Alto, dell’Uccellino, del Navicello, Curtatona, Gherbella) e disposta per ragioni di sicurezza la chiusura delle scuole di Sozzigalli, Bastiglia e Sorbara.

In mattinata arriveranno circa 20 uomini dell’esercito, su richiesta ieri sera del prefetto di Modena, per monitoraggio e supporto a protezione delle arginature, in raccordo con la Protezione civile. Le arginature sono monitorate da Protezione civile regionale, Aipo, vigili del fuoco e Comuni, con l’ausilio anche di volontari.

Il Comune di Modena fa sapere che la piena provocata dalle piogge in pianura e, soprattutto, in montagna, ha raggiunto il colmo per quello che riguarda il Panaro: è in transito nel territorio modenese e si prevede che duri fino circa alle 9 per poi vedere calare i livelli. Quanto al Secchia il colmo di piena è previsto intorno alle 10.30 e transiterà sul territorio modenese in circa tre ore. Nel pomeriggio di ieri le protezioni delle abitazioni in alcuni punti dei corsi dei torrenti sono state rafforzate con sacchi di sabbia.
Le autorità raccomandano di limitare gli spostamenti in automobile allo stretto necessario e di prestare la massima attenzione nel percorrere ponti, sottopassi, strade sotto l’argine, di non utilizzare interrati e seminterrati.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu