Reggio. “Suoni d’acqua, di storie e di passi”, domenica al Casinazzo di Fogliano

casinazzo

Secondo appuntamento, anticipato a sabato 25 settembre alle 16,00 (viste le previsioni meteo che per domenica mettono temporali), con il progetto “Suoni d’acqua, di storie e di passi” lanciato dalla scuola di musica di Villa Canali e Albinea gestita dalla cooperativa sociale Risonanze (Confcooperative).
Dopo la pausa estiva, preceduta dall’appuntamento di fine giugno sul torrente Lodola tra natura, educazione ambientale e soprattutto musica, canti e narrazione di antiche tradizioni, il progetto – sostenuto da Iren – si sposta in un altro dei luoghi dell’area a sud del capoluogo (Villa Canali, Fogliano, Albinea) sui quali si concentra l’iniziativa: l’oratorio di S. Maria Assunta (più conosciuto come Casino Prati o come “Casinazzo”) di Fogliano, collocato al civico 24 di via Francesca, anticamente percorsa dai pellegrini.
Dell’oratorio (ancora oggi con il pavimento in terra battuta) si hanno notizie documentali dal 1500, ma vari reperti datano ben più all’indietro le sue origini, così come quelle dell’adiacente casa padronale.
Il ritrovo negli spazi attorno a questi edifici – sui quali insiste la leggenda che l’ultima contessa Brami desse scandalo per l’abitudine di prendere il sole nuda, cosa ben poco consona ai costumi dell’epoca – sarà il movente per un viaggio ampio fra tradizioni, musica medievale, leggende, musiche popolari e sulle orme dei pellegrini (e delle pellegrine, raramente citate dai documenti).


Il progetto della cooperativa Risonanze – che si avvale del patrocinio del Comune di Albinea – mira proprio a favorire – attraverso la musica e la narrazione teatrale – la riscoperta e la tutela di luoghi, ambienti, risorse naturali che hanno avuto rilevanti funzioni nella vita economica e sociale di queste aree del territorio, ma anche le tradizioni e le storie della popolazione anziana, con rielaborazioni narrative e musiche originali appositamente composte dagli allievi della scuola di musica e ispirati alle memorie e ai racconti degli anziani.
Domenica 26 settembre, a proporre le narrazioni sarà l’attrice Alessandra Crotti, mentre la musica sarà a cura dell’ensemble strumentale “Risonanze” diretto da Davide Bizzarri e il duo violino-arpa celtica composto dallo stesso Bizzarri e Agatha Bocedi; le danze sono a cura di Eugenia Marzi, profonda conoscitrice degli antichi balli popolari.
L’appuntamento al Casino Prati è fissato per le 16,00.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu