Reggio. Salati: la mia idea di smart city. Partiamo dalle luci al Led

salati

Il candidato sindaco del centrodestra Roberto Salati dice: “Da anni sentiamo parlare di progetti per rendere Reggio Emilia una “smart city”. Tante parole ma ben pochi fatti, dato che ad oggi ancora nessuno di questi progetti è andato definitivamente in porto.
Io credo fortemente in queste tecnologie, che porterebbero vantaggi a livello ecologico, in termini di abbattimento costi e di occupazione.
Come? Per prima cosa promuoveremo uno studio di fattibilità d’intesa con l’università e da alcune eccellenze industriali, in modo da capire le iniziative da realizzare, i costi e le tempistiche.
In seguito il Comune si farà promotore direttamente di una gara aperta secondo le disposizioni di legge e di codice degli appalti (sottolineando aperta) evitando in questo modo che soggetti privati avanzino proposte di partneriato che vincolino in qualsiasi modo il Comune.

Questo per ottenere diverse proposte di eccellenza per ripensare l’illuminazione di Reggio completamente Led.
Questo punto è fondamentale, dato che con i led è possibile risparmiare fino al 90% rispetto all’illuminazione a lampade tradizionali.
Il mio obiettivo sarà anche di utilizzare il risparmio derivante da questa scelta per illuminare finalmente anche quelle zone (centrali e residenziali) che al momento sono buie e quindi immancabilmente più pericolose.

Il vincitore della gara si assumerà anche i costi dello studio, in modo da non gravare sulla spesa pubblica.
Ma non finiremo qui: con l’avvento dell’auto elettrica, che in pochi anni comincerà ad essere sempre più presente sulle nostre strade, sorgerà una nuova necessità, ovvero quella di avere più stazioni di ricarica per le auto.
La mia idea è di destinare aree pubbliche e strategiche alla ricarica di auto elettriche tramite energia prodotta da pannelli solari-fotovoltaici. Le aree interessate sono due: Mancasale e Medio Padana. In queste zone sarà opportuno creare delle pensiline utili per proteggere le auto e adatte a ospitare i pannelli solari-fotovoltaici. In questo modo, tornando dal viaggio in treno o da lavoro, troveremo la nostra auto carica e pronta per l’uso.

Infine tocchiamo il tema wi-fi pubblico, che ancora pare un’utopia a Reggio: ci muoveremo sicuramente per rendere sempre più connessa la nostra città, rendendo il wi-fi aperto a tutti. La mia idea è quella di integrare la rete wi fi alla nuova rete d’illuminazione al led, combinando il progetto in modo da rendere Reggio smart per davvero”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu