Reggio. Premiato 16enne: salva ragazzina da molestie di un adulto

Intervistato e premiato Alessandro, il 16enne coraggioso che ha aiutato una ragazzina di 14 anni a sfuggire alle molestie di un adulto. Scrive il presidente del Consiglio comunale di Reggio Emilia, Matteo Iori: “Con il progetto Grazie metto al centro le persone che dimostrano di prendersi cura della città e dei suoi abitanti. Don Lorenzo Milani scrisse che “ognuno deve sentirsi responsabile di tutto” e in un contesto nel quale leggiamo sempre di giovani che creano problemi, è importante segnalare che i giovani sono anche tutt’altro, ed esistono anche splendidi esempi di ragazzi che nelle loro scelte quotidiane fanno azioni concrete che dimostrano la loro attenzione a migliorare il contesto in cui tutti viviamo.

Per questo motivo ho ringraziato Alessandro, un ragazzo 16enne che frequenta una scuola in città, che al ritorno a casa in treno ha assistito ad una scena di fronte alla quale non si è sottratto: nel loro vagone vuoto, una ragazzina di 14 anni veniva molestata da un uomo che dimostrava 30 anni.

Alessandro dice che “nel momento in cui ho visto la ragazza che cercava di allontanarsi da quest’uomo non ho esitato, anche se anch’io ero abbastanza spaventato. E’ una cosa che mi ha segnato perché non mi era mai capitato di trovarmi in una situazione del genere, ma è una cosa che rifarei. Sono cose che accadono molto più di quanto pensiamo, anche se a volte in maniera più lieve, ma se si hanno le possibilità bisogna sempre intervenire, perché sono cose inaccettabili”.

E’ per la sua scelta di intervenire che ho pensato fosse opportuno ringraziarlo formalmente donandogli la pergamena del Primo Tricolore, perché ha avuto coraggio e perché ha scelto di “non girarsi dall’altra parte” come invece capita a tanti adulti quando vedono cose che non dovrebbero mai accadere.

L’ho ringraziato per lui e per tutti coloro che potranno sapere del suo gesto, perché questo contribuisca a facilitare un percorso di emulazione positiva aiutando ognuno ad avere più a cuore il benessere degli altri”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu