Reggio, Conad: un Natale con aiuto al Mire

Foto Presentazione Natale Prezioso 2020_reggio

E’ stata presentata oggi presso il punto vendita Conad Le Vele l’iniziativa promossa da “Natale Prezioso” attiva dal 28 ottobre al 6 dicembre in tutti i punti vendita in cui opera Conad Centro Nord: Lombardia e Emilia Romagna (per le province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia).
Con una spesa minima di 30 € e un contributo di 2,90 € si potrà avere una delle 6 sfere a temi natalizi in vetro soffiato decorate a mano nel Nord Europa da esperti maestri artigiani per Brandani. Per ciascuna sfera saranno donati in beneficenza 0,50 euro a favore di enti e associazioni territoriali a sostegno di sei progetti solidali rivolti per lo più ai bambini.

Per la provincia di Reggio Emilia la donazione sarà a favore dell’Associazione CuraRE Onlus, nata nel 2011 per sostenere la realizzazione del MIRE, Maternità Infanzia Reggio Emilia, un nuovo edificio che sorgerà all’interno dell’Arcispedale Santa Maria Nuova e che avrà come obiettivo la tutela della salute della donna, del neonato e del bambino.

La donazione verrà utilizzata per dotare la Neonatologia dell’ASMN, di una apparecchiatura di ultimissima generazione che consente il monitoraggio continuo delle funzioni cerebrali del neonato. La tecnologia dell’elettroencefalografia ad ampiezza integrate (aEEG) acquisisce ed elabora direttamente dal letto del bambino l’attività elettrica cerebrale e fornisce un tracciato di facile e immediata interpretazione. La strumentazione consente l’individuazione dei soggetti a rischio di esiti neurologici, come quelli affetti da asfissia alla nascita, per indirizzarli a un tempestivo trattamento terapeutico, quale l’ipotermia, che si è dimostrata procedura di grande efficacia e sicurezza.

Giancarlo Gargano, direttore della Neonatologia dell’Ospedale Santa Maria Nuova e membro del consiglio direttivo di Curare Onlus: “Ringrazio di cuore tutti i punti vendita Conad della provincia per l’impegno ed il sostegno a favore della Neonatologia dell’AUSL di Reggio Emilia, oltre che più in generale a favore del MIRE. In questa fase di estrema difficoltà per tutto il Paese, che vede tutto il mondo sanitario impegnato strenuamente per vincere la battaglia sul coronavirus, la donazione assume un significato del tutto simbolico e testimonia ancora una volta l’attenzione della società ed in particolare delle sue componenti più sensibili nei confronti delle generazioni future e soprattutto dei più piccoli e fragili.
La scelta di quest’anno in particolare infatti i è rivolta ai soggetti più sfortunati, quelli che, sovente in maniera del tutto imprevedibile, presentano durante il parto complicanze severe con un adattamento post-natale difficoltoso e critico.

L’asfissia intrapartum colpisce circa 3-6 neonati ogni 1000 nati vivi. Solo una parte di questi (0,5-1/1000) svilupperà uno specifico quadro neurologico noto come Encefalopatia Ipossico-Ischemica (EII), che costituisce poi la causa più frequente di Paralisi cerebrale Infantile. L’EII di grado moderato o severo è purtroppo ancora oggi gravata da alta mortalità e tra i sopravvissuti circa il 25% sviluppa esiti neurologici importanti. La prognosi dei bambini è strettamente correlata agli interventi e procedure adottate alla nascita ed in particolare di un tempestivo e precoce trattamento ipotermico a scopo neuroprotettivo. L’aEEG, ossia l’attrezzatura che Conad vuole donare alla Neonatologia, consente di individuare efficacemente i neonati affetti da encefalopatia ipossico-ischemica che possono giovarsi di un tale trattamento, riducendo significativamente il rischio di esiti neurologici significativi. Inoltre la stessa apparecchiatura consentirà l’effettuazione anche di elettroencefalogrammi “tradizionali” che saranno di grandissima utilità per monitorare l’efficacia della terapia farmacologica in bambini affetti da altre patologie, quali quelle malformative, genetiche e metaboliche.
Grazie all’iniziativa di Conad Centro Nord, nel futuro MIRE i neonati della provincia reggiana avranno a disposizione una tecnologia estremamente innovativa in grado di migliorare la qualità dell’assistenza postnatale erogata, già oggi di primissimo ordine”.

“In questo anno di grande difficoltà Conad e i suoi clienti hanno già dimostrato di essere accanto agli Ospedali durante l’emergenza sanitaria con l’iniziativa Unisciti a Noi a favore dei reparti Covid” afferma Paola Rondanini, membro del CDA di Conad Centro Nord e continua: “Ci teniamo però a confermare la nostra attenzione alle cure per i più piccoli e a dare continuità ai progetti al fianco dell’Arcispedale Santa Maria Nuova. Ci auguriamo un grande successo per questa iniziativa nella speranza di portare un po’ di clima natalizio nelle famiglie di tutti”.
“Per noi è un onore avere un partner importante come Conad Centro Nord, che anche quest’anno nonostante le difficolta che tutti conosciamo ha deciso di aiutarci concretamente a sensibilizzare la cittadinanza al progetto del nuovo dipartimento materno infantile MIRE “sostiene Deanna Ferretti, Presidente dell’Associazione Curare Onlus e continua: “Grazie quindi a tutti coloro che con un loro piccolo o grande gesto, acquisteranno queste bellissime Sfere Natalizie, perché solo tutti insieme si possono realizzare i sogni”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu