Reggio. Giovedì ai Chiostri di San Pietro Aldo Cazzullo

cazzullo_art

Torna “I libri con l’autore”, a Reggio Emilia, giovedì 22 ottobre, ore 18, il giornalista e scrittore Aldo Cazzullo sarà ai Chiostri di San Pietro per presentare il suo nuovo libro: “A riveder le stelle. Dante, il poeta che inventò l’Italia”.

Aldo Cazzullo torna in libreria per raccontare ai suoi lettori la storia d’Italia. Questa volta, però, non parte dal Novecento, come ha fatto quando si è concentrato su La guerra dei nostri nonni, la Resistenza, gli anni della ricostruzione e gli anni Settanta.

Con A riveder le stelle l’autore ci porta più indietro nel tempo, in un periodo in cui L’Italia era tutta da inventare e Dante e La Divina Commedia costruivano le fondamenta della lingua, della cultura e della bellezza che avrebbero sempre caratterizzato il nostro Paese. Perché, come dice Cazzullo, “L’Italia ha questo di straordinario, rispetto alle altre nazioni. Non è nata dalla politica o dalla guerra. È nata da Dante e dai grandi scrittori venuti dopo di lui”.
Affascinato dalla Divina Commedia e dai suoi sette secoli di eterna giovinezza,l’autore ricostruisce il viaggio di Dante con una modernità tutta nuova, suscitando l’interesse sia di chi vuole riscoprire i protagonisti dell’Inferno dantesco, sia di chi è curioso di conoscere meglio le regioni e i luoghi che Dante cita e racconta: il lago di Garda, Scilla e Cariddi, l’Istria e la Dalmazia, Venezia, Mantova, Roma, Genova, Firenze sono ancora oggi davanti ai nostri occhi, troppo spesso inconsapevoli di trovarsi di fronte a tanta storia e a tanta bellezza.
Il suo è un viaggio attualissimo, che parte dalla discesa negli inferi di Caronte – “come tante volte è accaduto agli italiani nella storia, che non è fatta di vittorie militari e di passeggiate trionfali, ma di tribolazioni, miseria, sacrifici, epidemie” – per poi risalire, lentamente, fino “A riveder le stelle”. Con una certezza: questa è una storia che può soltanto finire bene.
L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero fino ad esaurimento posti, con prenotazione direttamente alla libreria All’Arco nei giorni precedenti ciascun incontro. Per garantire la massima sicurezza, il pubblico dovrà essere munito di mascherina durante tutta la durata dell’incontro, mentre i posti a sedere garantiranno il necessario distanziamento (per informazioni: www.librerie.coop.it).

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DI OTTOBRE

Mercoledì 28 ottobre l’autore ospite è Paolo Crepet, che alle 18 presenterà “Vulnerabili. Cosa abbiamo imparato dal virus e quale futuro ci attende” (Mondadori). Lo psichiatra e sociologo propone un libro dalla prosa intensa, poetica e meticolosa, che analizza cosa è accaduto durante i mesi di lockdown e la lenta ripartenza, e cosa ci aspetta in un presente ancora minacciato dal virus. Per “non uccidere la speranza di poter avere un futuro diverso da quello che ci eravamo meritati”.

venerdì 30 ottobre alle 18 con Matteo Manfredini. Il suo libro “Tondi: il gesuita, il comunista e l’agente segreto” (Rubbettino) svela la storia del professore gesuita della prestigiosa Università Pontifica Gregoriana che, nell’aprile del 1952, abbandonò la Chiesa per entrare improvvisamente nel Pci. Una vicenda che, attraverso l’uso spregiudicato dell’agente infiltrato, illumina il complesso rapporto tra Partito comunista e mondo cattolico. Dialoga con l’autore Pierluigi Castagnetti.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu