Parma, rara aquila dei serpenti, liberata a San Polo d’Enza

È tornata a volare libera, ‘Parma’, una rara ‘aquila dei serpenti’ che, a fine giugno, è stata salvata dall’Associazione nazionale polizia di Stato nel parco Cittadella della città emiliana. Il rapace ferito, conosciuto anche come ‘Biancone’ e che deve l’altro nome alla sua alimentazione a base di rettili come serpenti e lucertole, è stato curato dai veterinari specializzati del Centro Rapaci di Parma.

Quando l’esemplare, diffuso nei Paesi caldi e nell’Europa meridionale e orientale, è stato trovato nel parco è stato subito portato al Centro recupero animali selvatici – Rifugio Matildico di San Polo d’Enza, in provincia di Reggio Emilia, dove è stato nutrito e assistito. Le cure durate circa un mese hanno permesso al rapace di ristabilirsi in fretta, di recuperare le forze e, soprattutto, di tornare a volare.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu