Nel cantiere all’istituto Barozzi di Modena trovato un nuovo tratto delle mura del Baluardo della Cittadella

mura baluardo cittadella cantiere Barozzi Modena

Nuova importante scoperta nei pressi dell’istituto tecnico economico statale Barozzi di Modena, dove durante gli scavi necessari per un intervento di miglioramento sismico dell’edificio scolastico è stato rinvenuto un nuovo tratto dell’antico muro del baluardo della Cittadella, risalente alla prima metà del 1600.

Nel 2019, in occasione dei lavori riguardanti il primo stralcio, condotti sotto la direzione della Soprintendenza archeologica, sul lato sud dell’edificio scolastico (quello affacciato su viale Monte Kosica) era venuto alla luce un tratto del bastione meridionale della Cittadella, noto come Baluardo del Duca.

In questi giorni, in seguito agli scavi effettuati nel cortile interno dell’istituto, sono emerse le strutture della cinta muraria della Cittadella, che sul lato del fossato è caratterizzata da un profilo a scarpa. Le indagini archeologiche di scavo e i rilievi di carattere topografico sono eseguiti sul campo dagli archeologi Francesco Benassi, Francesca Guandalini e Simona Scaruffi della ditta ArcheoModena, sotto la direzione scientifica di Cinzia Cavallari della Soprintendenza archeologica.

Secondo i tecnici, questo ulteriore rinvenimento consente di collocare topograficamente le strutture difensive della Cittadella sull’attuale tessuto urbano e di evidenziarne le caratteristiche strutturali. Il baluardo sud della Cittadella costituiva l’ingresso dell’antica roccaforte estense, costruita per volere di Francesco I nella prima metà del XVII secolo a difesa della città emiliana.

Attualmente la porta di ingresso alla Cittadella, sopravissuta alle demolizioni attuate agli inizi del secolo scorso, è l’unico fabbricato rimasto dell’insieme fortificato che, come testimoniato da una mappa del 1670 conservata presso l’Archivio di Stato di Modena, era circoscritto da cinque bastioni ed era circondato da una fortificazione e da un fossato.

Le strutture murarie appena rinvenute saranno conservate in loco, dopo essere state protette con geo-tessuto e rinterrate.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu