Mobilità. Reggio, a scuola di monopattino

monopattino_a

“Muoviti sostenibile… e in salute”. È questo il tema dell’edizione 2021 della Settimana europea della Mobilità, l’iniziativa in programma dal 16 al 22 settembre con cui la Commissione europea promuove comportamenti di mobilità sostenibile, nella convinzione della crescente necessità di rendere gli spostamenti urbani sempre più ecologici e funzionali alla qualità di vita delle persone, con uno sguardo anche alla

salute. Lo scorso anno, in piena pandemia, la Settimana europea della mobilità ha registrato il secondo numero di adesioni più alto di sempre, con quasi 3000 città aderenti, segno della voglia e necessità delle persone di scegliere mezzi, quali la bicicletta o i monopattini elettrici, che sono sostenibili, permettono di passare più tempo all’aria aperta evitando sovraffollati mezzi pubblici o il ricorso all’auto privata.

Reggio aderisce anche quest’anno all’iniziativa offrendo ai propri cittadini la possibilità, tra le altre, di misurarsi con alcune novità del settore, come l’utilizzo del monopattino elettrico e la sperimentazione di nuovi percorsi ciclabili. Il tutto nell’attesa di un grande evento che si terrà in città il prossimo maggio: l’edizione 2022 di Mobilitars, in cui esperti nazionali e internazionali si confronteranno sulla mobilità del futuro e sulle “Città senza auto” (vedi allegato), a partire da una realtà, come quella di Reggio, che da anni investe sulla mobilità ciclabile e che ha realizzato una rete urbana di 250 chilometri di piste ciclabili e ogni anno stanzia fondi importanti per la manutenzione ed estensione della rete (quest’anno 450mila euro, nel 2022 saranno 1,3 milioni). Una città che per creare la cultura della ciclabilità ha inventato progetti innovativi come il Bicibus per accompagnare i bambini a scuola e stringe accordi con i mobility manager scolastici per portare il classe gli studenti in maniera sostenibile.


HANNO DETTO – “Le iniziative in programma ci forniscono l’opportunità di confrontarci con la città sui temi della mobilità sostenibile e della ciclabilità, due degli ambiti che ci stanno più a cuore come dimostrano gli investimenti che costantemente mettiamo in campo anche in tema di manutenzioni e i dati di eccellenza che abbiamo raggiunto in questo ambito – ha detto stamane alla stampa il sindaco Luca Vecchi – Il tutto all’interno di un contesto di attenzione alla sostenibilità che passa ad esempio attraverso la rigenerazione urbana o il riconoscimento dell’Unesco con l’inserimento del territorio di Reggio nel Mab”.

“Un’ottima occasione, quella della Settimana europea della Mobilità, per parlare dei temi a noi più cari in ambito di mobilità: sicurezza stradale, mobilità sostenibile, qualità dello spazio pubblico, innovazione tecnologica – ha detto l’assessore alle Politiche per la sostenibilità Carlotta Bonvicini – Per questo sono lieta di annunciare questa serie di eventi e soprattutto di lanciare Mobilitars 2022, un evento importantissimo per chi si occupa di mobilità che Reggio è felice di poter ospitare a maggio 2022.”

Alla presentazione sono intervenuti anche Raffaella Monti, presidente di Fiab Tuttinbici, che ha illustrato alcune delle iniziative in programma, Mariella Francia e Antonio Pugliano della Polizia locale che hanno ribadito l’importanza dell’educazione stradale sopratutto per un mezzo nuovo come il monopattino e presentato il lavoro di formazione fatto con i ragazzi delle scuole superiori nei mesi scorsi proprio sull’utilizzo del monopattino, sia dal punto di vista teorico, pratico e normativo. Paolo Pinzuti, fondatore di Bikenomist, ha fornito alcune anticipazione sull’edizione 20022 di Mobilitars il cui dibattito riguarderà la gestione della mobilità nel terzo millennio.

GLI EVENTI – Uno degli eventi clou della settimana reggiana sarà sabato 18 settembre, in piazza della Vittoria, la prova dei monopattini elettrici, i nuovi mezzi a noleggio recentemente introdotti in città e a cui i reggiani si stanno gradualmente abituando, imparandone pian piano le regole di utilizzo. Ma proprio perché si tratta di mezzi nuovi con cui non si ha dimestichezza, sabato, dalle 10 alle 12, verrà offerta la possibilità di effettuare un test drive per sperimentarne la guida, con l’ausilio degli operatori. Verranno inoltre fornite indicazioni rispetto alla normativa di utilizzo in quanto a regole della strada e opzioni di sosta, così come avviene nei corsi di guida sicura effettuati dalla Polizia locale presso le scuole superiori locali. A tutti i partecipanti verranno regalati dispositivi di sicurezza per incrementare la visibilità di chi è alla guida dei monopattini. Saranno presenti in piazza tutti gli operatori del servizio di noleggio attivi in città. Il test drive è riservato ai maggiorenni.

Tra le novità in programma, domenica 19 verrà invece inaugurato il percorso GiraxRE, fiore all’occhiello degli itinerari consigliati e tracciati dai volontari di Fiab Reggio Emilia che, attraverso un anello di 54 chilometri, “abbraccia” la città. La partenza è alle ore 9 al parco delle caprette o alle 13 in piazza Valiani a Villa Sesso per chi si vuole aggregare in itinere. Il percorso ha l’obiettivo di collegare i parchi e le aree della cintura verde con il centro abitato e alcune frazioni del forese, fornendo a chi si muove in città la possibilità di farlo su percorsi verdi e al riparo dal traffico e dallo smog.

Nella stessa giornata di domenica la centralissima via Ariosto sarà chiusa al traffico (dalle 8 alle 22.30) per dare a tutti la possibilità di vivere in maniera diversa lo spazio urbano, come già sperimentato in passato con l’iniziativa via Ariosto Urban Reinassence. Negozi aperti, distese e spazi espositivi inviteranno a sostare e a riappropriarsi della strada come luogo d’incontro. Nella vicina sala parrocchiale di Sant’Agostino (via Reverberi 3) alle 20.30 verrà proiettato il docufilm “Gambe. La strada è di tutti” sui temi della sicurezza stradale e sulla possibilità di rendere le strade a misura di disabili, bambini, pedoni e ciclisti (evento gratuito in collaborazione con la fondazione “Michele Scarponi onlus”). A seguire si terrà un dibattito sulla sicurezza stradale con Marco Scarponi, Matteo Dondè, Paolo Gandolfi (iniziativa gratuita a iscrizione).

Martedì 21 settembre sarà invece possibile vedere in anteprima il prototipo dello shuttle a guida autonoma ideato da un team internazionale di cui fa parte Unimore. L’innovativa navetta a otto posti, che verrà sperimentata sul percorso tra la stazione Mediopadana e la sede di Max Mara, sarà esposta dalle 16 in piazza Prampolini. Alle 18 nella sala Rossa del Municipio, si terrà la presentazione del progetto di ricerca “Ride To Autonomy” (evento a iscrizione obbligatoria) realizzato nell’ambito del Programma di lavoro europeo 2020 “Communications Networks, Content and Technology” dal Dipartimento di ingegneria Enzo Ferrari di Unimore con la partecipazione del Comune di Reggio Emilia, Max Mara Fashion Group, Reale Group, Rfi, Unindustria e Local Motors.

ALTRE INIZIATIVE – Tante sono le iniziative, vecchie e nuove in programma per la Settimana europea della Mobilità, come l’ormai tradizionale “Giretto d’Italia o il conteggio degli accessi in centro o la biciclettata notturna o la mostra di abiti ad alta visibilità realizzati dagli studenti del liceo Chierici. Di seguito in dettaglio.

Giretto d’Italia 2021 – Anche quest’anno, nell’ambito della Settimana europea della Mobilità, Reggio sfida altre città italiane con il Giretto d’Italia 2021, la competizione organizzata da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility per promuovere la ciclabilità a livello urbano.

Il Giretto si svolgerà martedì 21 settembre e sarà dedicato agli spostamenti casa-lavoro (bike to work). Saranno monitorati gli spostamenti effettuati in bicicletta o con l’utilizzo di altri mezzi di micromobilità elettrica (monopattini, e-bike, motorini elettrici) per recarsi sul posto di lavoro o nei luoghi di studio. I monitoraggi saranno effettuati da volontari messi a disposizione delle aziende e delle scuole aderenti, in un arco temporale predefinito (indicativamente dalle ore 7.30 alle ore 11.30 del mattino) in appositi check point predisposti all’ingresso delle singole sedi.

In città saranno presso gli accessi al centro storico: piazza Tricolore (porta San Pietro), via Dante, via Roma, via Nobili, viale Allegri, via Franchetti, piazza Duca d’Aosta (porta Santo Stefano), via Guasco, piazzale Fiume, piazza Diaz (porta Castello), via Tiziano (viale Simonazzi), via Tiepolo.

Vincerà la città che totalizzerà, nel periodo di monitoraggio, il maggior numero di spostamenti, e quindi di passaggi, di biciclette e monopattini.

Quest’anno il Giretto d’Italia ha scelto di valorizzare lo smart working come scelta di sostenibilità, organizzando un check point virtuale: i lavoratori in smart working saranno invitati a rispondere a un sondaggio online nazionale sul tema spostamento casa-lavoro e conteggiati come aderenti al Giretto d’Italia. Vincerà la città che totalizzerà, nel periodo di monitoraggio, il maggior numero di spostamenti, e quindi di passaggi, di biciclette e monopattini.

E’ previsto inoltre un contest fotografico: chi si recherà al lavoro o a scuola utilizzando la bicicletta o i monopattini potrà scattarsi una foto a bordo del proprio mezzo e condividerla sul proprio profilo Facebook o Instagram utilizzando gli hashtag #Giretto2021 #CNHI. La foto che otterrà più like sui propri social verrà premiata da Legambiente nazionale Partecipa anche tu: www.legambiente.it/campagna/giretto-ditalia/

E anche il sindaco di Reggio Luca Vecchi parteciperà in prima persona alla sfida tra primi cittadini italiani per promuovere la ciclabilità. Lunedì 20 settembre alle ore 8 monterà in sella per accompagnare a scuola gli studenti dell’istituto Pertini 2 e dare diretta testimonianza della comodità e versatilità delle due ruote per spostarsi nei percorsi quotidiani.

Biciclettata in notturna – Venerdì 17 settembre si terrà una bicicletta notturna (partenza ore 19 dal parco delle caprette) che dalla città arriverà fino alla vasca di Corbelli coprendo un percorso di circa 14 chilometri tra andata e ritorno. L’evento è a cura di Tuttinbici-Fiab. Per garantire la visibilità e la sicurezza, i partecipanti devono presentarsi muniti di propria bicicletta e dotati di idonea segnalazione luminosa.

Chi sceglie la bici merita un premio – In concomitanza con il Giretto d’Italia, martedì 21 settembre negli stessi check point dalle 7.30 alle 11.30 verrà effettuato il monitoraggio degli ingressi delle biciclette e dei monopattini elettrici in centro storico, in collaborazione con l’associazione Tuttinbici-Fiab. Ai passanti verrà consegnato un gadget sul tema della mobilità, come segno di ringraziamento per la scelta di un mezzo sostenibile. Verranno monitorati gli accessi al centro di piazza Tricolore (San Pietro), via Dante, via Roma, via Nobili, viale Allegri, via Franchetti, piazza Duca d’Aosta (Santo Stefano), via Guasco, piazzale Fiume, piazza Diaz (porta Castello), via Tiziano (viale Simonazzi) e via Tiepolo.

Quest’anno un analogo test verrà fatto anche sulla rete ciclabile esterna, per verificare quanto sia utile per gli spostamenti mattutini per il lavoro e la scuola. Dalle 7.30 alle 11.30 verranno monitorati i passaggi di pedoni, ciclisti e monopattini sulla ciclabile di via Cartesio in località Villa Bagno.

Sicurezza in mostra – Dal 16 al 22 settembre il Binario 49 (via Turri 49) ospiterà la mostra “Noi siamo come le lucciole”, raccolta di prototipi di vestiti e giubbotti ad alta visibilità disegnati dagli studenti del liceo artistico Chierici. L’evento è a cura di Tuttimbici – Fiab ed è a ingresso libero.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu