Martedì 27 ottobre a Reggio manifestazione contro le chiusure alle ore 18 imposte dal Dpcm

bar caffè

Anche Reggio si muove contro il nuovo decreto della presidenza del consiglio dei ministri del 24 ottobre, che ha introdotto ulteriori limitazioni per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19: Rete Impresa Italia (che comprende Confcommercio, Confesercenti, Cna e Lapam) ha infatti organizzato una manifestazione per protestare contro la parte del nuovo Dpcm che impone per le attività dei servizi di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie) una “finestra” di attività dalle ore 5 alle 18, vietando da quell’ora in poi il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico (pur consentendo senza limiti di orario la ristorazione con consegna a domicilio e, fino a mezzanotte, anche l’asporto).

L’appuntamento reggiano è per martedì 27 ottobre alle 16 in piazza Prampolini: per gli organizzatori “quello che è stato deciso nel nuovo Dpcm è sicuramente troppo penalizzante”. L’invito a partecipare alla protesta è stato rivolto in particolare agli addetti dei settori più colpiti dal decreto. I partecipanti alla manifestazione, hanno specificato gli organizzatori, dovranno indossare la mascherina e rispettare il distanziamento di almeno un metro, “e non saranno accettate persone che vengono solo per fare danni”, ha tenuto a precisare Rete Imprese Italia dopo quanto accaduto nei giorni scorsi durante analoghe proteste avvenute in altre città italiane.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu