Marconi, a gennaio -89% passeggeri rispetto al 2020

marconi_art

Continua a farsi sentire l’emergenza Covid sul traffico all’aeroporto di Bologna: nel mese di gennaio passeggeri complessivi passati per il ‘Marconi’ sono stati poco meno di 80.000 – mila 77.679 nel dettaglio – con un calo dell’89% sul gennaio 2020 non ancora toccato dalle restrizioni imposte dalla pandemia. In particolare i passeggeri su voli nazionali sono stati 35.804 (-75,8%), mentre quelli su voli internazionali sono stati 41.875 (-92,5%).

I movimenti aerei annuali – spiega una nota dello scalo emiliano – sono stati 1.144 (-79,6%), mentre le merci trasportate per via aerea sono state pari a 2.980 tonnellate, con un incremento del 3,6% su gennaio 2020. Questo dato si lega al settore cargo che, viene spiegato, “mostra segnali incoraggianti di crescita, grazie anche alla ripresa dell’export delle eccellenze del territorio come auto di lusso, abbigliamento, meccanica, nell’Estremo Oriente e nei Paesi Arabi”.

Mentre proseguono i voli per la consegna dei vaccini destinati all’Emilia-Romagna, a gennaio le prime destinazioni per numero di passeggeri trasportati sono state Catania, Casablanca e Tirana seguite da Palermo, Istanbul, Amsterdam, Madrid, Lamezia, Brindisi e Cagliari.

Sul fronte della sicurezza sanitaria dei passeggeri, a fine gennaio è stato attivato un servizio di tamponi antigenici rapidi a pagamento per i passeggeri in partenza per Amsterdam e nei prossimi giorni partirà un nuovo servizio di test Covid a pagamento, accessibile a tutti, passeggeri e non.

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu