Lago di Ballano. Perde l’orientamento a causa della nebbia, 31enne recuperato dal Soccorso alpino

Soccorso Alpino ricerca nebbia

Nella mattinata di giovedì 7 ottobre, poco prima delle otto, la squadra del Soccorso alpino e speleologico della stazione Monte Orsaro è stata attivata dalla centrale del 118 per avviare le ricerche di una persona di 31 anni residente a Parma che, a causa della fitta nebbia, aveva perso l’orientamento durante una passeggiata nella zona del parco regionale delle Valli del Cedra e del Parma, nei pressi del lago di Ballano, nel territorio comunale di Monchio delle Corti.

Il caposquadra, durante l’avvicinamento, è riuscito a contattare telefonicamente il disperso, riuscendo a ottenere informazioni abbastanza precise per circoscrivere quanto più possibile l’area di ricerca. Una volta giunto in zona, il personale del Cnsas ha lasciato il mezzo fuoristrada a Prato Spilla e ha proseguito a piedi.

Il disperso è stato individuato e raggiunto intorno alle 9.30: all’arrivo dei soccorritori non ha evidenziato particolari problemi di natura sanitaria, a parte l’essere un po’ infreddolito. Dopo la valutazione delle sue condizioni di salute, il 31enne è stato riaccompagnato dai tecnici del Soccorso alpino fino al parcheggio in cui aveva lasciato la sua auto, in modo da consentirgli di fare ritorno a casa in autonomia.



Ci sono 2 commenti

Partecipa anche tu
  1. Lucio Biggi

    La chiamata della persona dispersa è giunta alla sala operativa del 115 dei Vigili del Fuoco di Parma alle ore 7:35 circa dopo di che, è stato allertato il CNSAS/SAER tramite la centrale operativa 118 Emilia Ovest ed è stata inviata presso il lago Ballano anche la squadra dei VVF del distaccamento di Langhirano. Le comunicazioni avvenute tra centrali operative di 115, 118 e CNSAS con la fornitura dei dati della persona oltre ad una prima geolocalizzazione fatta dai VVF con un sistema dedicato, ha permesso alle forze messe in campo di localizzare e poi rintracciare nel breve la persona dispersa.


Invia un nuovo commento