‘La rovesciata più bella’. La storia delle figurine Panini in un video

panini_art

Undici minuti circa per raccontare in un video per il web una storia che da Modena è arrivata al mondo: quella dell’edicola dei Panini in corso Duomo, dove nacque l’avventura imprenditoriale delle figurine più diffuse del pianeta.

“Perché per guardare al futuro bisogna conoscere e valorizzare le proprie radici, e perché certe storie raccontano anche il Dna della città e le qualità dei suoi cittadini: creatività concreta, immaginazione e lavoro, unità nell’affrontare le difficoltà e le sfide”, ha spiegato il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli presentando in anteprima il filmato “La rovesciata più bella” questa mattina, sabato 22 dicembre, al tradizionale incontro di fine d’anno con i giornalisti organizzato in collaborazione con l’Asm (Associazione stampa modenese).

Il video, pubblicato sul sito (www.comune.modena.it), è stato realizzato da Monet a cura dell’Ufficio Comunicazione in collaborazione con l’Ufficio Stampa del Comune e si intitola “La rovesciata più bella” in omaggio all’opera dell’artista modenese Wainer Vaccari, collocata a due passi dal Duomo dove c’era l’edicola dal 1945 della famiglia Panini, rimossa a maggio di quest’anno. L’opera in bronzo raffigura, appunto, una interpretazione della mitica rovesciata del calciatore Carlo Parola, graficizzata nel 1970 proprio da Wainer Vaccari per farne l’immagine degli album, delle bustine e delle figurine delle raccolte “Calciatori” Panini.

La narrazione è affidata a una voce fuori campo e ai racconti di Laura e Antonio Panini, cucite dagli interventi del giornalista e scrittore Leo Turrini, con anche una intervista all’artista Wainer Vaccari. Il registro visivo è costruito attraverso il montaggio di foto storiche originali, per larga parte provenienti dagli archivi privati della famiglia Panini, con altre di repertorio e rare immagini della Liberazione, a cura dell’Istituto storico. A queste si mescolano spezzoni di un Super 8 di Franco Cosimo Panini girato nel 1956 per il fratello Umberto, all’epoca in Venezuela, per farlo tornare a casa e partecipare alla nuova avventura, come poi avvenne.

Il video “La rovesciata più bella” è disponibile anche sul canale youtube del Comune.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu