Kiev è assediata dai russi, Zelensky chiama alla resistenza

kiev1

“L’esercito russo non è entrato in città”, ma “sono previsti più attacchi aerei”.

Lo ha detto il sindaco di Kiev Vitalii Klitschko, rivolgendoci poi ai cittadini: “rimanete nei rifugi antiaerei. Non uscite”.

Kiev, “è sopravvissuta” a un’altra notte di attacchi da parte della Russia, che deve essere “isolata” dal mondo intero: lo ha scritto oggi in un tweet il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, esortando tutti i Paesi a “fermare i criminali di guerra russi”. “Kiev, la nostra splendida e pacifica città, è sopravvissuta un’altra notte agli attacchi delle forze di terra russe, dei missili. Uno di questi ha colpito un appartamento residenziale a Kiev. Chiedo al mondo di isolare completamente la Russia, espellere gli ambasciatori, imporre un embargo petrolifero, rovinare la sua economia. Fermate i criminali di guerra russi!”.

Nella serata appena trascorsa, Zelensky era tornato di nuovo a farsi vedere a Kiev: “Sto guidando la resistenza”. Uno dei suoi collaboratori aveva mostrato l’orario sul telefono e la data. La notizia, diffusa dall’emittente televisiva di stato TV channel “DOM”, sarebbe servita per mettere a tacere la disinformazione che lo dava per arreso o fuggito. La sua “prova di forza” con Mosca è necessaria per mostrare compattezza e dare coraggio al popolo e ai militari al fronte. Le sue apparizioni, però, lo espongono inevitabilmente a dei rischi.

In un tweet recente Zelensky scrive: “Qualcosa si muove anche in Europa. Una nuova giornata è iniziata sul fronte diplomatico con un colloquio con Emmanuel Macron. Armi ed equipaggiamenti dai nostri partner stanno arrivando in Ucraina. La coalizione contro la guerra sta funzionando”.

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu