Conte avverte la Lega e i 5s: non vivacchio

conte_giuseppe

(Il premier Giuseppe Conte in diretta da Palazzo Chigi). “Personalmente resto disponibile a lavorare nella massima determinazione di un percorso di cambiamento, ma non posso compiere questa scelta da solo. Le due forze politiche devono essere consapevoli del loro compito. Se ciò non dovesse esserci non mi presterò a vivacchiare per prolungare la mia presenza a palazzo Chigi. Molto semplicemente rimetterò il mio mandato”.

E ancora spiega: “L’esperienza di governo ha dovuto convivere con un ciclo serrato di tornate elettorali con campagna elettorale pressoché permanente e ne ha risentito il clima di coesione delle forze di governo. Io stesso avevo sottovalutato questo aspetto”, afferma, “in particolare il voto delle europee, molto complesso, ha accreditato l’immagine di uno stallo nell’attività di governo: questa è una falsità, il governo ha continuato a lavorare perché è iniziata la fase due, dopo la fase 1”.

“Ho sempre ritenuto che il contratto fosse un elemento di forza del governo: è la modalità più lineare e trasparente per dar vita a un governo tra due distinte forze politiche con contenuti programmatici diversi e contesti valoriali distinti”.



C'è 1 Commento

Partecipa anche tu
  1. G:Gamberini

    Conte ha “cose importanti” da dire.
    Dovrà comunicare agli italiani che la matriciana non gli piace più e che ora preferisce la carbonara!


Invia un nuovo commento