Draghi: da metà maggio il pass verde turistico

spiaggia_1

“I ministri del Turismo si sono incontrati, e questo è uno dei primi appuntamenti della presidenza italiana del G20. E’ un incontro simbolico. Il mondo vuole viaggiare in Italia, la pandemia ci ha costretto a chiuderci ma l’Italia è pronta a ridare il benvenuto al mondo”. Lo dice il premier Mario Draghi alla conferenza stampa dopo la ministeriale del G20 sul Turismo. “Non ho dubbi che il turismo in Italia riemergerà più forte di prima”, aggiunge.

“Noi dobbiamo offrire regole chiare, semplici per garantire che i turisti possano venire da noi in sicurezza. A partire dalla seconda metà di giugno sarà pronto il Green pass europeo. Nell’attesa il governo italiano ha introdotto un pass verde nazionale, che entrerà in vigore a partire dalla seconda metà di maggio”.

La soddisfazione di Bonaccini. “Penso che serva continuare così, rimboccarci le maniche, ma penso che noi siamo davvero posizionati bene e sono convinto che questa sarà un’estate che, con tutte le precauzioni del caso, sarà davvero il simbolo e la cartolina della ripresa di questo Paese e certamente dell’Emilia Romagna”. Così Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna, durante una videoconferenza sulla promozione turistica delle città d’arte. Bonaccini ha espresso anche soddisfazione per il green pass annunciato dal premier Mario Draghi per i viaggi in Italia da metà maggio. “Penso che un anticipo nazionale – ha detto a margine – è ciò che serve anche per aprire più velocemente la strada alla decisione europea annunciata qualche settimana fa”.
“Il green pass europeo – ha sottolineato – per noi serve ed è utile se abbiamo questa vocazione di accogliere turisti da tutto il mondo. Se è difficile viaggiare nel mondo o si potrà viaggiare meno, quantomeno si potrà viaggiare di più in Europa”.
“Mi auguro che il green pass europeo, con regole uniche per tutti gli europei non solo venga annunciato, è già tanto, ma venga realizzato”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu