Domenica si conclude Nid Platform, il programma a Reggio

nid_plat

Utima giornata della quinta edizione di NID – New Italian Dance Platform, la Nuova Piattaforma della Danza Italiana, che ha visto riunirsi a Reggio compagnie di danza, operatori italiani e stranieri, per l’appuntamento biennale con il meglio della danza italiana, organizzata da ATER, Circuito Regionale Multidisciplinare, Fondazione Nazionale della Danza e Fondazione I Teatri in collaborazione con Rete Anticorpi.

PROGRAMMA DI DOMENICA 13 OTTOBRE

ore 10.30 – Teatro Ariosto

DE RERUM NATURA

TIR DANZA

Coreografia: Nicola Galli (concept, coreografia e costumi)

Danzatori: Sofia Barilli, Laura Beschi, Riccardo De Simone, Margherita Dotta, Silvia Remigio, Paolo Soloperto Musica: Banchieri, Henry, Ligeti, Penderecki, Radigue, Xenakis, Passacaglia per viola e violoncello: Giacomo Gaudenzi

Tecnica: Giovanni Garbo Produzione: TIR Danza, stereopsis

In collaborazione con: Compagnia Junior Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini

In collaborazione con: Civitanova Danza Festival & AMAT Con il supporto di: Fondazione Fabbrica Europa, Cantieri Danza.

Una produzione nata dal progetto: Prove d’Autore XL – azione Network Anticorpi XL, Spettacolo vincitore ex-aequo del Premio Danza & Danza 2018 – categoria coreografo emergente

Durata: 50 minuti

Nell’opera De rerum natura, il poeta e filosofo Lucrezio descrive “la natura delle cose”. È un’opera dedicata allo sviluppo temporale, alla nascita, al declino, all’intelletto e all’anima dell’uomo da cui traspare uno sguardo vibrante sull’intreccio dei fenomeni naturali per raccontare l’infinita mutazione del mondo e la ciclica rigenerazione. Questa immagine di eterno movimento alimenta, nella creazione coreografica, il desiderio di muoversi di sei corpi, legati da un pensiero sotterraneo che scorre sanguigno sotto la superficie della pelle.

ore 11.50 – Teatro Cavallerizza

JOIE DE VIVRE

COMPAGNIA SIMONA BERTOZZI / NEXUS

Coreografia: Simona Bertozzi Danzatori: Wolf Govaerts, Manolo Perazzi, Sara Sguotti, Oihana Vesga Progetto: Simona Bertozzi, Marcello Briguglio Ideazione e coreografia: Simona Bertozzi Canto: Giovanni Bortoluzzi, Ilaria Orefice Musica e regia del suono: Francesco Giomi

Drammaturgo: Enrico Pitozzi Set e luci: Simone Fini Costumi: Katia Kuo

Foto e video: Luca del Pia

Una produzione di: ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione, Fondazione Teatro Comunale di Modena, Associazione Culturale Nexus Con il contributo di: MIBAC, Regione Emilia Romagna, Fondo Regionale per la Danza d’Autore Con il sostegno di: Fondazione Nazionale della Danza – Aterballetto, L’ Arboreto Teatro Dimora di Mondaino

Durata: 60 minuti

Joie de vivre è un pensiero in forma coreografica che si rivolge all’universo vegetale, al fine di ricercare quelle attitudini emergenti che si mettono in atto nell’incessante tentativo di giungere a uno stato di felicità. Un evento da esperire nella ricerca o nella sorpresa, più che nell’ordine e nell’armonia, per questo l’agire dei corpi si articola in azioni frammentate, incrinate, fin anche degradate. Gli approdi non sono uniformi e le singolarità irrompono nel continuum dinamico dell’ambiente per conservare l’urgenza elementare della propria esistenza.

ore 14.30 – Teatro Ariosto

HARLEKING

VAN

Coreografia: Ginevra Panzetti e Enrico Ticconi

Danzatori: Ginevra Panzetti, Enrico Ticconi

Sound design: Demetrio Castellucci Light design: Annegret Schalke Costumi: Ginevra Panzetti, Enrico Ticconi Illustrazioni e grafica: Ginevra Panzetti

Con il supporto di: VAN (IT), Tanzfabrik, Berlin (DE), PACT Zollverein, Essen (DE), NAOcrea – Ariella Vidach – AiEP, Milano (IT), KommTanz – Compagnia Abbondanza/Bertoni, Rovereto (IT), L’arboreto – Teatro Dimora, Mondaino (IT), AtelierSì, Bologna (IT) Altri supporti: C.L.A.P.Spettacolodalvivo, Brescia (IT), Cronopios – Teatro Petrella, Longiano (IT), Vera Stasi -Progetti per la Scena, Tuscania (IT), Network Anticorpi XL (IT) 2018

Durata: 40 minuti

Harleking è un demone dall’identità ambigua e multipla. Ricorda l’Arlecchino della Commedia dell’arte, un servo furbo mosso dalle inclinazioni più animali e un’inappagabile fame. Il linguaggio di HARLEKING ha una specifica qualità ipnotica in cui i contenuti, spesso estremi ed opposti, si fondono in un sistema metamorfico fluido. Emergono figure mostruose che si confondono tra eleganti volute ornamentali e figure grottesche, capaci di muovere il riso pur senza rallegrare.

ore 15:30 – Teatro Municipale Valli – Sala Stampa

SPRINGBACK ASSEMBLY

Durata: 120 minuti

A cura di: Springback Magazine e Aerowaves

In occasione della quinta edizione di NID Platform, quindici scrittori provenienti da diversi paesi europei si riuniranno a Reggio Emilia per Springback Assembly, l’assemblea annuale di Springback Magazine. Oltre ad assistere a spettacoli, approfondire la storia della danza e della letteratura italiana e riflettere sulla poetica più profonda dell’arte coreutica, questo gruppo di osservatori critici si confronterà su alcune macro-tematiche legate al fare e al guardare il movimento oggi. Il contesto culturale e sociale, le connotazioni politiche, il coinvolgimento del pubblico e la libertà di stampa sono solo alcuni dei temi che sicuramente emergeranno nel corso delle quattro giornate e che verranno affrontati durante Springback Assembly.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu