Divorzio da Forza Italia. “Cambiamo” di Toti sceglie Mazzacurati come responsabile Emilia

valentina_toti

Il divorzio da Forza Italia è ormai ufficiale e nei giorni scorsi il governatore della Liguria Giovanni Toti ha lanciato ufficialmente il suo nuovo movimento ‘Cambiamo’, con tanto di simbolo pubblicato sulla sua pagina Facebook. I preparativi per iniziare il lavoro sui territori sono in pieno svolgimento e in queste ore lo stesso Toti – che nelle prossime settimane comincerà un tour a livello nazionale – ha iniziato a coinvolgere gli ex forzisti a lui vicini per creare la squadra di ‘Cambiamo’. In Emilia Romagna non ha perso tempo: qui il governatore ligure ha scelto come responsabile regionale Valentina Mazzacurati, ex coordinatrice dei Giovani di Forza Italia in provincia di Modena.

“Giovanni Toti – spiega Mazzacurati – ha avuto la spericolata cortesia di chiedermi di far parte del comitato nazionale fondatore di Cambiamo e di essere referente responsabile di questa nuova formazione politica in Emilia Romagna. Ho accettato con entusiasmo. Cambiamo, sono certa, potrà portare agli italiani ciò di cui hanno bisogno: buon senso, competenza, responsabilità e soprattutto un progetto chiaro per l’Italia, un progetto che parte da lontano, da quei valori che hanno fatto grande l’Italia, ma che poi i sono persi. Anzi, sono stati accantonati e sostituiti con il nulla che ha portato all’attuale disastro”.

Per Mazzacurati “l’Italia e gli italiani sono seduti sulle loro qualità, sulla loro storia, sulle loro potenzialità. C’è la necessità di farli alzare e di liberare quelle energie e questi talenti. Il sistema Italia non funziona più, dobbiamo rifare da capo tutto ciò che è sbagliato e non funziona. Cambiamo nasce per questo: non per ambizioni personali, non per occupare potere e poltrone, non per fini di parte, ma per dare una speranza . Un progetto intorno al quale raccogliere tutti gli italiani che considerano come esempi quelli con il tricolore sul braccio e non con il nome sulla maglietta; che vogliono pagare le tasse , ma nella giusta misura; che vogliono che la Giustizia, la Sanità il sistema sicurezza funzionino; che pensano che la concorrenza , la meritocrazia, impegno e successo non siano una cosa negativa, ma un arricchimento per tutti. Quegli italiani che pensano che ci sono troppi sprechi, che i sistema del welfare non sia più sostenibile , che manchino i controlli, che le risorse ci siano ma vadano meglio utilizzate. Cambiamo – conclude Mazzacurati – è aperto al contributo di tutti coloro che, in buona fede e per spirito di servizio vorranno partecipare. Con garbo, e rispettando tutti, questa è una rivoluzione. Già da fine agosto sarò in giro per l’Emilia Romagna per incontrare tutti gli amici, amministratori e i cittadini che hanno già chiesto di aderire, e presto arriverà anche il Presidente Toti”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu