Da Conad Centro Nord “Niente Paura”, manuale pratico di difesa per tutte le donne

conda_libro

Dal 5 al 7 marzo su tutti i punti vendita Conad Centro Nord delle province di Reggio Emilia, Parma, Piacenza e di tutta la Lombardia verrà distribuito gratuitamente a tutti i possessori di Carte Conad, a fronte di una spesa minima di 10 euro, il manuale di autodifesa “Niente Paura!”.

Questo libro non è solo un manuale di difesa personale, ma una guida alle buone pratiche che ognuno di noi dovrebbe adottare. Contiene una serie di consigli e aneddoti che aiuteranno a capire come il cervello possa essere un’arma, la più potente: usando la testa si può facilmente evitare un’aggressione di strada o comunque gestire una situazione spiacevole senza farla precipitare in uno scontro fisico che, come si legge nel libro, potrebbe avere conseguenze molto gravi.
Scritto da un giornalista che da anni si dedica allo studio delle aggressioni e dei meccanismi alla base della violenza, Niente paura! è ricco di esempi, aneddoti e casi pratici che valgono per le donne, ma anche per gli uomini, che corrono gli stessi rischi.

“Un approccio moderno alla difesa personale non comprende solo ore in palestra, ma soprattutto prevenzione, strategia, piccole abitudini quotidiane e qualche regola di buon senso. L’ideale sarebbe fare entrambe le cose” dichiara Carlo Bocchialini, giornalista e autore del libro e continua: “Senza farci illusioni: anche usando tutta la buona volontà, non sarà sempre possibile evitare di essere aggrediti e allora dovremo essere in grado di limitare i danni. Meno sarete impreparati, meglio ne uscirete”.

“Con questa iniziativa mettiamo a disposizione qualche consiglio per affrontare al meglio i rischi che, purtroppo, tutti potremmo trovarci a fronteggiare. Nel nostro piccolo, cerchiamo di combattere l’indifferenza, come azienda e come insieme di persone che ci lavorano.” afferma Ivano Ferrarini, Amministratore delegato di Conad Centro Nord e continua: “Anche quest’anno Conad è vicino alle donne, per sostenere i loro diritti contro ogni forma di violenza. Da tempo ci impegniamo, infatti, supportando economicamente associazioni coinvolte ogni giorno sul campo a supporto delle donne che subiscono violenza domestica”.

E’ importante non dimenticare di quanto la violenza non sia riducibile ad aggressione, ma ne esistono tante forme specifiche ,in luoghi differenti. Per questo facciamo un passo indietro con l’obiettivo di avere uno sguardo completo e più ampio partendo dal punto di vista di chi è sul territorio ogni giorno nella lotta per i diritti delle donne, da un Centro Antiviolenza.

Uno a rappresentare tutti, la Casa delle Donne di Reggio Emilia gestito dall’Assocazione Nondasola con cui Conad Centro Nord collabora da anni.

I dati dei Centri Antiviolenza, così come quelli delle indagini ISTATL, ci dicono che le violenze che più spesso le donne subiscono e per le quali chiedono aiuto e protezione, si verificano nella maggioranza dei casi all’interno di relazioni di intimità. Molto spesso anche le violenze sessuali sono agite non da estranei, ma da persone conosciute dalle donne che ne sono vittima (in circa l’80/ 85% dei casi).

“Parliamo di violenza agita da fidanzati, compagni, mariti o ex: una violenza che, come nel libro ben sottolinea l’autore, ha forme, dinamiche e conseguenze specifiche e complesse che gravano pesantemente sulla vita delle donne.” dice Silvia Iotti, Presidente dell’Associazione Nondasola di Reggio Emilia e continua: “Per contrastare e prevenire la violenza maschile sulle donne, in tutte le sue forme è necessario un cambiamento culturale profondo che vede nel rispetto del corpo, della dignità e della autodeterminazione delle donne il presupposto indispensabile a una relazione tra i generi non segnata dalla violenza. Colgo l’occasione per ringraziare Conad che in più di una occasione ha sostenuto progetti sia a livello locale che nazionale, schierandosi e prendendo parola contro un fenomeno che davvero riguarda tutti /tutte”.

L’operato dei Centri Antiviolenza, oltre all’accoglienza, vuole favorire l’indipendenza economica, attraverso percorsi di empowerment socio-economico, corsi di formazione, affiancamento per l’inserimento lavorativo e assistenza specifica. L’intervento a sostegno delle donne che chiedono aiuto e tentano di costruirsi un futuro libero dalla violenza deve essere qualificato e competente, coerente con la “matrice originaria” del fenomeno, rintracciabile nella cultura e nella struttura della nostra società.

Carlo Bocchialini, l’autore: Carlo Bocchialini, giornalista e istruttore di krav maga con più di trent’anni di pratica di arti marziali, ha unito la passione per la difesa personale con il mestiere di giornalista. Studiando i meccanismi alla base della violenza e delle aggressioni, intervistando vittime ed esperti, ha cercato di mettere insieme una serie di consigli semplici e molto pratici per evitare di finire nei guai.

Conad Centro Nord è una delle cinque cooperative territoriali associate in Conad – Consorzio nazionale tra dettaglianti leader in Italia nel mercato della grande distribuzione organizzata. Nata nel 1963, svolge la sua attività nelle province emiliane di Reggio Emilia, Parma e Piacenza e in Lombardia con 276 punti vendita (circa 277 mila mq di superficie complessiva). La quota di mercato Conad sul territorio è del 6,8%. Conad Centro Nord ha chiuso il 2020 con un fatturato della rete di vendita di oltre 1,77 miliardi di euro, frutto dell’attività di 341 imprenditori associati e circa 7 mila dipendenti. L’azienda ha una spiccata vocazione sociale: è costantemente impegnata nella tutela del consumatore, delle economie locali e, in particolar modo, in progetti di sostegno per il territorio, la scuola, la famiglia e la comunità.

L’Associazione Nondasola onlus gestisce il centro antiviolenza dal 1997 e fa parte del Coordinamento regionale dei Centri Antiviolenza Emilia Romagna e della Rete nazionale DiRE. Offre alle donne: colloqui di accoglienza, ospitalità (quando è necessario cercare protezione allontanandosi da casa insieme ai propri figli), post-ospitalità (in fasi evolute del percorso), supporto nei percorsi di autonomia, progetti mirati rivolti ai bambini (violenza assistita), consulenze legali e orientamento al lavoro. Da sempre impegnata nella costruzione di reti multidisciplinari attraverso la formazione a professionisti che nella loro attività sono chiamati a dare risposte alle donne che subiscono violenza. Partecipa al Tavolo Interistituzionale di contrasto alla violenza alla cui nascita hanno contribuito. L’Associazione lavora con ragazzi/ragazze (genitori, insegnanti) delle scuole in progetti di prevenzione della violenza centrati sulla relazione tra i generi e promuove dibattiti, iniziative culturali rivolte alla cittadinanza.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu