Covid uccide Pizzica, Spi Cgil in lutto

pizzica_art

Si è spento ieri sera, nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna, il segretario generale dello Spi-Cgil Emilia-Romagna Bruno Pizzica.
Pizzica era stato ricoverato a fine dicembre dopo aver contratto il Covid-19 e le sue condizioni si erano ulteriormente aggravate nelle ultime settimane.

Classe 1951, abruzzese di Pratola Peligna, nell’Aquilano; liceo classico a Sulmona, poi laurea in Scienze Politiche a Firenze. A Bologna dal 1975 come funzionario del Ministero del Tesoro, delegato Cgil nel posto di lavoro a partire dal 1978, distaccato dal 1985. In Funzione Pubblica fino al 1989, poi 2 anni da addetto stampa della Camera del Lavoro di Bologna; dal 1992 al 1996 è stato segretario generale della Funzione Pubblica, quindi in segreteria confederale dal 1996 per 8 anni, dove si è occupato di contrattazione territoriale e sociale, welfare, riforme istituzionali, sanità. Dal 2004 allo Spi di Bologna come segretario generale. In segreteria regionale Spi dal 2012, membro del Direttivo nazionale della Cgil dal 2010. Da marzo 2014 è stato segretario generale Spi-Cgil Emilia-Romagna.

Bruno Pizzica è stato uno dei dirigenti più autorevoli e popolari della Cgil dell’Emilia-Romagna e come segretario prima dello Spi bolognese e poi di quello regionale ha operato per la tutela delle persone anziane e fragili confrontandosi con presidenti di Regione, sindaci, amministratori locali, mondo dell’associazionismo, interloquendo spesso con personalità della politica e della cultura bolognesi e nazionali. Lascia nel sindacato un grandissimo vuoto ma anche la consapevolezza che in qualche modo sarà sempre al nostro fianco nelle battaglie a difesa dei più deboli.

Tutto il sindacato si stringe attorno alla moglie, la nostra compagna Antonella Raspadori, e alla figlia Sara.

Tanti i messaggi di cordoglio.

Cgil Emilia-Romagna. Oggi per tutto il sindacato è una giornata di grande dolore, perché con la scomparsa di Bruno Pizzica viene a mancare un simbolo della Cgil di questa regione. Bruno era uno dei volti più conosciuti, un sindacalista di razza che ha ricoperto con autorevolezza e grande spessore culturale e politico ruoli importanti, da ultimo la guida dello Spi regionale, il sindacato dei pensionati. Proprio la tutela delle persone anziane e fragili è stata al centro del suo impegno sindacale, a maggior ragione in quest’ultimo periodo segnato dalla pandemia. E proprio il Covid se l’è portato via dopo un lungo ricovero. Piangiamo oggi un grande sindacalista e ci stringiamo al dolore di sua moglie, la nostra compagna Antonella, e di sua figlia Sara.

Scomparsa Pizzica. Il cordoglio del segretario Paolo Calvano. Dichiarazione del segretario del Pd dell’Emilia-Romagna: “Esprimo il cordorglio del Pd dell’Emilia-Romagna per la scomparsa di Bruno Pizzica. Avendolo conosciuto, non posso dimenticare la sua carica di passione e e umanità. La determinazione e la serietà con cui ha svolto il suo lavoro nel sindacato rimarranno un esempio da seguire”.

La Fiom Cgil dell’Emilia Romagna esprime un sentimento di grande dolore per la scomparsa di Bruno Pizzica, Segretario Generale dello SPI regionale. Un compagno che ha dedicato gran parte della sua vita all’Organizzazione ed alla tutela delle lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati.
Condoglianze e vicinanza alla famiglia.

Auser Reggio Emilia. Tutti i volontari e tutte le volontarie Auser di Reggio Emilia e provincia si uniscono al cordoglio per la perdita del segretario Spi-Cgil Regionale Bruno Pizzica.
Auser e Spi-Cgil, insieme, hanno sempre portato avanti tante lotte a beneficio delle persone con fragilità e dell’invecchiamento attivo. Con l’arrivo della pandemia, Bruno Pizzica si stava battendo per gli anziani: «Non devono essere lasciati soli, è un’altra emergenza nell’emergenza», scriveva.
«Stiamo subendo una grave perdita che ci addolora moltissimo per l’esperienza e per umanità di Bruno», afferma la presidente Auser provinciale di Reggio Emilia Vera Romiti.
Ai familiari e a tutto lo Spi-Cgil, Auser invia le più sentite condoglianze.

Lo Spi Cgil di Reggio Emilia. Il nostro Segretario regionale Bruno Pizzica non ce l’ha fatta. Il Covid se lo è portato via ieri dopo oltre 50 giorni di ricovero al Sant’Orsola di Bologna.
Bruno Pizzica, 70 anni, è stato uno dei dirigenti più autorevoli e popolari della Cgil dell’Emilia-Romagna e, come segretario prima dello Spi bolognese e poi di quello regionale, ha operato per la tutela delle persone anziane e fragili confrontandosi con presidenti di Regione, sindaci, amministratori locali, mondo dell’associazionismo, interloquendo spesso con personalità della politica e della cultura bolognesi e nazionali.
Abruzzese, Bruno Pizzica aveva frequentato il liceo Classico a Sulmona, poi la laurea in Scienze Politiche a Firenze con una tesi sulla regolamentazione dello sciopero nel pubblico impiego. A Bologna arriva nel 1975, è delegato sindacale dal 1978, distaccato presso la Funzione pubblica di Bologna dal 1985. Nel 1989 ricopre l’incarico di addetto stampa della Camera del Lavoro di Bologna, torna in Funzione pubblica nel 1991 e ne viene eletto segretario generale nel 1992; dal 1996 al 2004 è componente della segreteria della Camera del Lavoro dove si occupa di contrattazione territoriale, welfare, sanità, Alta Velocità ferroviaria.
Bruno approda poi allo Spi prima a Bologna e successivamente al regionale. Con l’arrivo della pandemia, si stava battendo per gli anziani: “Non devono essere lasciati soli, è un’altra emergenza nell’emergenza”, scriveva. Un riferimento per tanti ed un protagonista di primo piano della vita politica e civile di Bologna.
Lascia nel sindacato un grandissimo vuoto per la sua grande umanità e intelligenza politica, ma anche la consapevolezza che in qualche modo sarà sempre al nostro fianco nelle battaglie a difesa dei più deboli.

Dice di lui Matteo Alberini, Segretario dello Spi Cgil di Reggio Emilia: “Chiunque lo abbia conosciuto, anche solo per averlo ascoltato in una riunione, comprende il valore politico e umano di questa perdita.”

Alla moglie Antonella e alla figlia Sara le condoglianze e l’abbraccio di tutto lo Spi Cgil di Reggio Emilia.

Cinquestelle. “Mi unisco al dolore per la scomparsa di Bruno Pizzica. Si tratta di una grave perdita per Bologna e per l’intera regione”. È quanto dichiara Silvia Piccinini, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, riguardo all’improvvisa scomparsa di Bruno Pizzica, segretario dello Spi-Cgil dell’Emilia-Romagna. “Grazie al suo impegno e alla passione per il suo lavoro, Bruno Pizzica per anni è stato un punto di riferimento per tantissimi pensionati ed anziani. Alla moglie, alla figlia e a tutti quelli che gli hanno voluto bene vanno le mie più sentite condoglianze” conclude Silvia Piccinini.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu