Democristiano e da 38 anni in Parlamento

casini_new

Tra i tanti possibili candidati al Quirinale, Pier Ferdinando Casini, classe 1955, bolognese e democristiano doc, è certamente quello ad avere il profilo più “politico”.
Eletto nel Parlamento italiano nel lontano 1983 vi rimarrà nei 38 anni successivi sino a oggi.
Con due legislature europee e l’elezione a Presidente della Camera, tra il 2001 e il 2006, di fatto è il solo a poter vantare questo invidiabile record di longevità politica.
Dirigente del movimento giovanile Dc, consigliere comunale della sua città, Bologna, quindi, ad appena 28 anni, con 30mila preferenze, entra a Montecitorio. E’ il più stretto collaboratore di Arnaldo Forlani, che, da segretario del partito, lo inserirà nel 1989 nella Direzione Nazionale. Ma anche dopo il crollo del muro è protagonista anche della cosiddetta Seconda Repubblica. Di fronte alla diaspora democristiana, sceglie di guidare il centro che guarda a destra, a Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, creando il Ccd. Nel 2002 fonda l’Udc. Solo le settimane prossime diranno se questo affascinante Highlander della politica italiana ce la farà a salire sul Colle più alto. A suo favore la profezia di Umberto Bossi dopo Natale: “Volete sapere come andrà a finire? Dovrebbe farcela Casini”, parola dell’ex Braveheart lumbard.



C'è 1 Commento

Partecipa anche tu
  1. RICORDATO

    A CASTAGNETTI DA SEMPPRE AMICO DEL PC ABBIAMO DETTO AL MEETING DI RIMINI NON MORIREMO DEMOCRISTIANI E LUI DOPO VARI PASSAGGI E’ PASSATO AL PD
    A CASINI DC FORLANIANO, POI… POI… POI…ANCHE LUI AL PD , NON CERTO ASSIDUO AL MEETING DI RIMINI, RICORDIAMO IL CAF E LA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA. DIO ONNISCIENTE NON DIMENTICA


Invia un nuovo commento