Avvocatessa uccisa a Modena nel 2017, condannato all’ergastolo il pluriomicida Concas

polizia penitenziaria tribunale Modena

Il giudice del tribunale di Modena ha condannato alla pena dell’ergastolo Pasquale Concas, 52 anni, originario di Osilo, in provincia di Sassari, nel primo grado del processo con rito abbreviato per l’omicidio dell’avvocatessa modenese di 56 anni Elena Morandi, trovata senza vita nella sua abitazione di Modena alla fine di settembre del 2017.

Secondo le indagini, condotte dalla squadra mobile della polizia, Concas avrebbe soffocato a morte la donna per rubarle 300 euro in contanti e un computer; successivamente avrebbe appiccato un incendio nell’appartamento per coprire le sue tracce.

Concas, già condannato in passato per l’omicidio di altre due persone, è attualmente rinchiuso nel carcere di Modena, dove sta scontando una pena a vent’anni di reclusione per l’assassinio della giovane prostituta ventiquattrenne Arietta Mata, ritrovata esanime in un tratto di binari poco fuori città. Anche in quel caso all’accusa di omicidio si sommava quella di rapina.

A carico di Concas, inoltre, risulta una terza condanna per omicidio per la morte dell’anziana Loredana Gottardi, uccisa nel 1994 a Olbia, in Sardegna.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu