A Novellara un grande murale per Augusto Daolio, ma è polemica con la famiglia

murale_augusto_daolio_novellara

In questi giorni a Novellara sono terminati – giusto in tempo per l’edizione 2019 del NomadIncontro, il raduno annuale in programma nella cittadina reggiana sabato 16 e domenica 17 febbraio – i lavori per la realizzazione di un grande murale in ricordo di Augusto Daolio, indimenticato cantante e leader dei Nomadi.

L’opera, affidata allo street artist Alessio-B, è stata progettata sulla facciata laterale di un palazzo dove adesso, sopra lo sfondo azzurro, campeggia un gigantesco ritratto in bianco e nero di un pensieroso Augusto Daolio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

TR.AUGUSTO DAOLIO (NOMADI) @alessiob71 @nomadiofficial @comune_novellara #alessiob #streetart #wall #stencil #graffiti #urbanart #skyblue #pochoir

Un post condiviso da Alessio-B Artist (@alessiob71) in data:

Il murale, tuttavia, pur essendo stato apprezzato da molti novellaresi e fan dei Nomadi non è stato particolarmente gradito dalla famiglia del cantante: il nipote Roberto e la sorella Emanuela Daolio, infatti, hanno reso noto su Facebook di aver ripetutamente espresso la propria “contrarietà e disapprovazione” all’opera (informando anche il Comune), accusando l’amministrazione comunale di non aver rispettato la volontà della famiglia e di aver agito unilateralmente senza tenere in considerazione il parere degli eredi.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu