A Castellarano al via la raccolta differenziata degli oli alimentari esausti di uso domestico

olio frittura

Il Comune di Castellarano, in provincia di Reggio, sulla base di quanto previsto dal Piano provinciale di gestione dei rifiuti ha avviato la raccolta differenziata degli oli alimentari esausti di uso domestico, che spesso vengono smaltiti in maniera inappropriata – ad esempio gettandoli direttamente nello scarico del lavandino o del water, causando così seri problemi agli impianti di depurazione. L’olio, infatti, avendo un peso specifico minore dell’acqua, galleggia su quest’ultima e crea un sottile strato che “soffoca” l’acqua da depurare, inibendo l’azione dei fanghi attivi: a quel punto deve essere necessariamente rimosso con lunghi processi di disoleazione.

Per risolvere questo problema il Comune reggiano, in collaborazione con Iren Ambiente, ha progettato un sistema di raccolta che a breve affiancherà ai contenitori stradali già presenti sul territorio altri sette speciali recipienti per gli oli esausti, per migliorare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata sul territorio: a Castellarano in via Radici Nord (nel parcheggio di fronte all’Ecu) e in via Don Reverberi (nel parcheggio della casetta dell’acqua), a Roteglia in via Radici in Monte (di fronte al cimitero), a San Valentino in via Rontano (nel parcheggio del cimitero), a Montebabbio nel parcheggio di via Montebabbio, a Cadiroggio nel parcheggio di via Deledda e a Tressano in via Radici in Piano.

Sette contenitori gialli, ben visibili, di grande capacità, accessibili comodamente, nei quali sarà possibile conferire l’olio esausto da frittura (e in genere gli oli esausti derivanti dall’uso alimentare) versandoli in contenitori usa e getta – come ad esempio bottiglie di plastica – da gettare poi ben chiusi nel contenitore stradale.

Per ulteriori informazioni resta a disposizione il numero verde di Iren Ambiente (tel. 800-212607, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17 e il sabato mattina dalle 8 alle 13); in alternativa è possibile scrivere una e-mail all’indirizzo ambiente.emilia@gruppoiren.it



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu