A Bologna striscione contro Santori

striscione Santori candidato quante chiappe hai baciato

Nella notte tra martedì 7 e mercoledì 8 settembre a Bologna è comparso uno striscione contro Mattia Santori, uno dei leader di quel movimento delle Sardine che nel 2019 aveva animato le piazze di mezza Italia per contrapporsi ai comizi del centrodestra, e in particolare alla Lega di Salvini, al tempo in rapida ascesa.

Lo striscione, senza loghi né firme e ancora non rivendicato da nessuno, ma che contiene una scritta con caratteri riconducibili ad ambienti di estrema destra, recita “Santori candidato, quante chiappe hai baciato?” ed è stato affisso in via Andrea Costa, davanti allo stadio Dall’Ara, sui tabelloni dedicati ai manifesti elettorali: il riferimento è alla candidatura di Santori al consiglio comunale di Bologna nelle liste del Partito Democratico alle prossime elezioni amministrative, in programma nel capoluogo emiliano-romagnolo a inizio ottobre.

“Oggi è comparso questo striscione nel quartiere dove abito e dove sono cresciuto”, ha commentato lo stesso Santori su Facebook: “Non è la prima volta che mi/ci succede. In democrazia c’è chi ci mette la faccia e chi si nasconde dietro a un font littorio. Almeno una volta avevate il coraggio di firmarvi, adesso neanche quello. Grazie per averci ricordato che il neofascismo esiste ancora, nonostante l’imbarazzo che prova nel mostrarsi dal vivo”.


Non ci sono commenti

Partecipa anche tu