Intesa azienda-sindacato: a Bologna i rider di Just Eat avranno una sede fisica

Just Eat arancione

Giovedì 16 giugno la Filt-Cgil di Bologna, la rappresentanza sindacale e la società Takeaway.com Express Italy (del gruppo Just Eat Takeaway) hanno siglato un’intesa che prevede la realizzazione di una sede di lavoro fisica per i circa 300 rider bolognesi dell’azienda di food delivery.

L’hub aziendale garantirà ai fattorini che svolgono attività di consegna di cibo e bevande a domicilio una serie di servizi: sale di attesa in caso di condizioni meteo avverse, spazi idonei alla riparazione di bici e motoclicli, sale ristoro con servizi igienici e spazi per l’esercizio dell’attività sindacale. Per individuare il luogo in cui sorgerà questa sede, l’azienda e il sindacato chiederanno un tavolo di confronto con il Comune di Bologna.

I lavoratori di Just Eat sono contrattualizzati con un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato grazie al primo storico accordo sindacale sottoscritto a livello nazionale nel marzo dello scorso anno, che riconosceva ai rider un modello di lavoro basato appunto sulla subordinazione e sulla contrattazione sindacale, “a differenza delle altre piattaforme di food delivery che continuano con il sistema delle false partite Iva”, ha sottolineato la Filt-Cgil bolognese.

L’intesa, secondo la sigla sindacale, “rappresenta un ulteriore passo in avanti nella transizione verso nuove modalità di organizzazione del food delivery che comprendono anche la messa a disposizione dei mezzi di lavoro (bici e motocicli) e della loro manutenzione ordinaria e straordinaria a carico dell’azienda. Quest’ultima risponde a un’esigenza espressa dai lavoratori e un tassello fondamentale nel percorso di normalizzazione del settore, che lavoratori e sindacato stanno portando avanti. Oltre a questo, l’impegno dell’azienda è quello di sostenere una mobilità green all’interno dei centri urbani”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu