Sondaggio Ipsos: cresce la Lega, cala il M5S. Timidi segnali dal Pd

dimaio_salvini

Secondo il sondaggio Ipsos pubblicato dal Corriere della Sera sabato 24 novembre la Lega cresce ancora e stacca il Movimento cinquestelle.

Secondo il sondaggio il Carroccio sarebbe  al 36,2%, mentre i Cinquestelle perdono un punto percentuale e scendono al 27,7%. Il Pd ha un piccolo guadagno dello 0,3% e arriva al 16,8%. Sotto Forza Italia al 7,9%, Fratelli d’Italia al 2,6%, +Europa al 2,1% e l’ormai sciolto LeU all’1,5%.

Il risultato della Lega è più evidente considerando i risultati delle ultime politiche del 4 marzo. In questo si vede come il partito di Matteo Salvini sia in pratica raddoppiato. Mentre d’altro canto l’alleato di governo sta perdendo consenso in modo particolare tra i giovani, gli elettori laureati e diplomati, la classe dirigente e i dipendenti pubblici. Mentre i dem piacciono meno alla fascia tra i 35 e i 50. Infine Forza Italia non convince più le donne.

Stando ancora al sondaggio il governo giallo-verde, dopo la bocciatura dell’Ue della manovra, frena sul consenso. Secondo Ipsos se i giudizi positivi sull’operato dell’esecutivo sono ancora ampi, 53%, contro il 36% dei negativi, il gradimento però cala. Stessa cosa accade al premier Giuseppe Conte, il cui gradimento scende da 64 a 62 punti e per il vicepremier M5s Luigi Di Maio che arretra da 51 a 47 punti. Matteo Salvini invece continua a salire, il suo gradimento passa da 58 a 60.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu