Reggio. Pescatore trovato morto nei laghetti di Pieve Modolena, ipotesi malore

Vigili del fuoco laghetti di Pieve

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 5 ottobre, intorno alle 18.40, nella frazione di Pieve Modolena a Reggio è scattato l’allarme – lanciato da un familiare – per la scomparsa di un uomo di 65 anni, che era andato a pescare ma del quale non si avevano più notizie.

A ritrovare il suo corpo, ormai senza vita, è stato due ore dopo il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco, che ha recuperato il cadavere nella zona privata dei cosiddetti “laghetti di Pieve”, in via Zanardelli, dove i pescatori si ritrovano abitualmente.

Sul posto sono arrivati anche la squadra mobile della polizia e la polizia scientifica, per avviare le indagini su quanto accaduto: al momento, tuttavia, l’ipotesi più accreditata sarebbe quella di un malore che potrebbe aver colto il pescatore all’improvviso, causandone la caduta in acqua e la successiva morte.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu