Reggio. Omicidio di Aniello Iazzetta, al vaglio la posizione di due persone di La Spezia

via_stalingrado_a

I carabinieri di Reggio stanno verificando la posizione di due persone, un uomo e una donna, controllate e portate in caserma a La Spezia (in Liguria) in relazione all’omicidio di Aniello Iazzetta, l’uomo di 51 anni originario di Afragola (in provincia di Napoli) che nel pomeriggio di mercoledì 16 giugno è stato trovato senza vita nella sua abitazione di via Stalingrado, a Reggio, con il cranio fracassato. Al momento non sono stati emessi provvedimenti nei confronti della coppia, ma sono in corso gli accertamenti sui due, d’intesa con il pubblico ministero reggiano Valentina Salvi, titolare del fascicolo aperto sulla vicenda.

Le indagini sono a cura del nucleo investigativo e della sezione operativa della compagnia dei carabinieri di Reggio. I due fermati, secondo quanto è emerso, appartenevano alla rete di conoscenze della vittima: si sta verificando un loro eventuale coinvolgimento nel delitto, che stando alle prime ricostruzioni degli inquirenti potrebbe essere stato commesso nella serata di domenica 13 giugno.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu