Reggio. Nuovo ponte sul torrente Tresinaro per evitare esondazioni

tersinaro_art

Un nuovo ponte sul torrente Tresinaro verrà realizzato per evitare esondazioni durante le piene nella frazione e nelle campagne di Corticella.

Il manufatto sostituirà quello vetusto e di piccole dimensioni ora esistente, che collega la frazione di Corticella (via Madonna di Corticella) in comune di Reggio Emilia con la frazione di San Donnino di Liguria (via Franceschini) in comune di Casalgrande.

La Protezione civile regionale ha individuato infatti la causa principale del rischio esondazione del Tresinaro nella struttura del vecchio ponte nelle vicinanze di villa Spalletti, struttura che ostruisce il deflusso delle acque a valle, in caso di piena.

Il valore della nuova opera è stimato in oltre 1,611 milioni di euro.

Con un decreto di protezione civile del marzo scorso, il Governo e la Regione Emilia-Romagna hanno cofinanziato il progetto con 650.000 euro.

I restanti costi dell’intervento vengono sostenuti dai Comuni di Casalgrande e Reggio Emilia.

La Giunta comunale della città capoluogo ha approvato in questi giorni lo schema di Accordo di programma fra i due Comuni per la realizzazione dell’opera.

Il primo stralcio, indicativamente della spesa di 940.952 euro, ed oggetto di assegnazione del finanziamento di 650.000 euro, è relativo alla realizzazione del nuovo

ponte, mentre il secondo stralcio, indicativamente della spesa di 670.951 euro comprende le opere stradali di raccordo tra il nuovo ponte e la viabilità esistente.

La stipula del contratto di affidamento dei lavori è prevista l’estate.

Il nuovo ponte garantirà la sicurezza idraulica del territorio, anche in presenza di intense piogge, quali quelle che si manifestano in maniera frequente negli ultimi anni. La struttura sarà dotata di una arcata, ampia, per facilitare il deflusso delle acque e di aggiornate caratteristiche progettuali, mentre nell’intervento complessivo sarà data attenzione specifica anche alla mobilità ciclabile e pedonale, oltre che alla sicurezza della mobilità ‘dolce’. Il progetto tiene conto – fra l’altro, nelle linee del manufatto, nella scelta dei materiali e dei colori – dell’inserimento della struttura in un contesto di pregio paesaggistico.

Nell’ambito del percorso amministrativo, il Consiglio comunale di Reggio Emilia ha approvato ieri la Determinazione di assenso preliminare alla Variante urbanistica al Rue e Poc per la realizzazione del nuovo ponte, nell’ambito della Conferenza dei servizi. La votazione ha avuto il seguente esito: 17 voti favorevoli (Pd, Reggio è, Più Europa) e un astenuto (Forza Italia).



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu