Reggio. Cordoglio per la scomparsa di Rosa Galeazzi

rosa_gualazzi

Scrive in una nota Dario De Lucia capogruppo Coalizione Civica in Sala del Tricolore: “È morta Rosa Galeazzi, per chi l’ha conosciuta una persona gentile e sempre sorridente . Una persona che ha vissuto con grande curiosità, voglia di comunicare, creare contatti e conoscere le nuove generazioni.
Ha lavorato presso INCA di Reggio Emilia ed è stata alla presidenza del Comitato Consultivo provinciale dell’INAIL.
Trainata da grande passione civica è sempre stata impegnata, insieme al marito Luciano Iemmi , nel lavoro sul territorio in modo particolare per la settima Circoscrizione e i Centri Sociali promuovendo progetti importanti per le scuole e il quartiere riguardanti affettività, bullismo, solidarietà, coesione sociale, violenza sulle donne, prostituzione e tanto altro.

Ho conosciuto Rosa tanti anni fa. Allora Rosa e Luciano erano responsabili dello storico stand “gnocco e baccala”. Molti giovani vi prestavano servizio perché Rosa con il suo sorriso e la sua “parlantina” faceva sentire importante il lavoro di ognuno di noi. Concludeva la serata con ” guarda che bei giovani che abbiamo…siamo fortunati…sono il futuro” . E intanto ci parlava di politica, di ciò che lei e i nostri nonni avevano visto e passato, dei valori importanti della vita. Ha avvicinato molti giovani alla politica.
Qualche tempo fa ho ricordato in sala tricolore Luciano Iemmi, marito di Rosa. Credo sia doveroso che anche Rosa sia ricordata quale persona a cui la città di Reggio Emilia deve essere riconoscente. Riposa in pace Rosa, un abbraccio”.

La Camera del Lavoro di Reggio Emilia esprime profondo cordoglio per la scomparsa della compagna Rosà Galeazzi avvenuta ieri.
Rosa ha lavorato a lungo presso il patronato Inca della CGIL reggiana per poi dar vita, a partire dai primi anni 2000 ,a quello che sarebbe diventato l’ufficio danno differenziale.

“Rosa è stata un esempio di militanza costante e di profonda attenzione verso le lavoratrici e i lavoratori più fragili a partire dai disabili per arrivare a quelli vittime di gravi infortuni e malattie professionali. Ci uniamo al dolore della famiglia cui esprimiamo le nostre più sentite condoglianze’. Dichiara la Segreteria della Cgil provinciale.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu