Reggio. Al via un bando europeo per l’affidamento triennale del canile e gattile

gattile_art

L’Amministrazione comunale di Reggio Emilia, da sempre attenta alla tutela e al benessere degli animali da compagnia e alla prevenzione dei fenomeni di abbandono e randagismo, ha deciso di procedere mediante bando pubblico all’affidamento dei servizi di gestione, cura e custodia del canile e del gattile comunali di Villa Cella (in via Felesino 4) e di altri servizi connessi, come recupero di cani randagi o vaganti. Attualmente, attraverso convenzioni separate, la gestione dei due servizi principali e delle colonie feline è affidata ad Enpa Onlus, che opera con personale dipendente e volontario, mentre le attività correlate sono gestite da società private e associazioni. Con questa nuova gara europea, ufficialmente aperta il 3 agosto 2020 con scadenza il 7 settembre 2020, si vogliono unificare le diverse gestioni, dal momento che canile e gattile si trovano nella stessa struttura di proprietà comunale.

“Siamo molto soddisfatti di questo nuovo bando che ci permette di affidare servizi fondamentali per il benessere degli animali da affezione secondo le sempre più crescenti necessità del territorio. – spiega l’assessora all’ambiente Carlotta Bonvicini – Si tratta di attività che necessitano di personale con competenze specialistiche ma che devono agire in modo sinergico tra loro, assicurando il servizio di cura, custodia e recupero degli animali per 365 giorni l’anno. Con la nuova impostazione gestionale offerta dal bando, intendiamo unificare i vari servizi per perseguire i principi di efficienza, efficacia ed economicità dell’azione amministrativa, ottimizzare i costi e assicurare uno stato ottimale di salute e benessere degli animali, auspicando nel contempo un sempre più alto numero di adozioni, la massima trasparenza e collaborazione tra operatori, volontari, servizio veterinario, altre figure professionali e l’Amministrazione comunale”.

La gara è aperta a tutti gli operatori economici, comprese associazioni e cooperative in possesso dei requisiti specificati nel bando, che si può visionare e scaricare sul sito istituzionale del Comune di Reggio: www.comune.re.it/gare.

L’importo stimato a base di gara, al netto di Iva, è di 705.000 euro per i tre anni, di cui 58.750 euro nell’anno 2020 (dal 1 ottobre), 235.000 euro per l’anno 2021, altrettanti per il 2022 e 176.250 per il 2023 (fino al 30 settembre). Nella somma sono compresi, fra le diverse voci, i compensi del personale, gli oneri assicurativi e previdenziali antinfortunistici, i costi di gestione per materiali di consumo, vestiario, mezzi, attrezzi e strumenti, la gestione dell’automezzo di recupero degli animali, i costi per i materiali di pulizia, disinfezione, le manutenzioni ordinarie a strutture e attrezzature e altre spese specificate nel documento ufficiale.

Il servizio sarà aggiudicato applicando il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, misurata sulla base di un prezzo fisso per dare priorità alla qualità delle prestazioni offerte e alle competenze specifiche del personale.

La presentazione dell’offerta da parte degli interessati va inviata, entro le ore 13:00 del giorno lunedì 7 settembre 2020, tramite raccomandata del servizio postale, corriere o consegna a mano, tutti giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle ore 13.00, al seguente indirizzo: Comune di Reggio Emilia, Archivio Generale–Sezione Protocollo, via Mazzacurati 11, Reggio Emilia.

Per maggiori informazioni o chiarimenti sulla procedura c’è tempo fino a venerdì 28 agosto 2020 compreso per scrivere una e-mail all’indirizzo di posta elettronica: garesenzacarta@comune.re.it o all’indirizzo pec: uocappalticontratti@pec.municipio.re.it. Fino a questa data, inoltre, è possibile prenotare il sopralluogo, obbligatorio per gli interessati, inviando una e-mail a: garesenzacarta@comune.re.it.

La struttura che attualmente ospita il canile e il gattile comunali sarà oggetto di diversi lavori di riqualificazione che l’Amministrazione comunale ha appena approvato in via definitiva per adeguare gli ambienti ai requisiti richiesti dalle norme regionali in materia, fra cui la messa in sicurezza statica di una parte della struttura che ha subito recentemente un cedimento, il rifacimento completo del reparto sanitario cani, l’ampliamento di alcune sezioni per realizzare un reparto per i cuccioli, aree di sgamabmento per i cani e la razionalizzazione degli spazi destinati ai gatti.

“In particolare – precisa l’assessora Bonvicini – il progetto definitivo prevede il riordino e la pulizia generale dell’area circostante il canile e la casa colonica con eliminazione di superfetazioni e materiali inerti, riordino del verde e dei percorsi e la messa in sicurezza di uno degli edifici esistenti per ripristinarne l’agibilità e creare nuove destinazioni d’uso, come una zona di accoglienza per il pubblico e uno spazio per la toelettatura di cani e gatti in ingresso o in permanenza pre-adozione (un servizio che l’emergenza Coronavirus ha reso indispensabile per garantire un’adeguata igienizzazione degli animali d’affezione temporaneamente ospitati presso la struttura in quanto appartenenti a persone affette da Covid-19). Gli interventi riguardano anche la creazione di servizi igienici per il personale interno e per il pubblico nonché un ampliamento del reparto di degenza dei gatti e la contestuale riorganizzazione dell’area Oasi Felina”.

I lavori sono previsti nel corso del 2021 per un importo complessivo di 290.000 euro coperto, per il 50%, da contributi regionali. Attraverso questa erogazione, la Regione Emilia Romagna intende potenziare e migliorare l’accoglienza e le condizioni di vita degli animali ospiti nei canili e nei gattili. In generale, la struttura sarà più accogliente e vivibile, favorendo le possibili (e auspicabili) adozioni.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu