Reggio, a Panizzi on air si ricorda il prof Ugo Bellocchi

bellocchi

Buone notizie per i curiosi e gli appassionati di storia locale e culturale della città. Panizzi On Air prosegue il suo viaggio alla scoperta dei tesori della biblioteca e dei protagonisti della storia culturale di Reggio. La rassegna di eventi online curata dalla Panizzi si sta consolidando come occasione di divulgazione e scambio capace di rivolgersi a tutte e tutti, fornendo strumenti di approfondimento e di ricerca per orientarsi nell’immenso patrimonio delle biblioteche reggiane.

Un altro incontro è pronto a decollare in streaming sui canali social della Panizzi, per accompagnare i cittadini in una panoramica sulla complessa personalità di Ugo Bellocchi, storico, giornalista e intellettuale reggiano. Sabato 13 marzo dalle ore 10 un gruppo di autorevoli studiosi presenta alla città Ugo Bellocchi. Promotore culturale del secondo Novecento, un ritratto approfondito del noto intellettuale, recuperando il convegno previsto per lo scorso autunno e sospeso a causa dell’emergenza sanitaria. Le proposte di ricerca e i temi affrontati dall’evento sono vari e l’obiettivo è quello di restituire un’immagine quanto più sfaccettata possibile di Bellocchi, aderendo così alla sua caratteristica poliedricità di interessi e campi di impegno.

Quella di Ugo Bellocchi è stata una figura di riferimento sulla scena culturale reggiana dello scorso secolo, affiancando la carriera di giornalista per alcune delle più significative testate nazionali a quella di direttore dell’allora biblioteca popolare di Reggio Emilia. Inoltre Bellocchi fu molto attivo come storico e studioso del dialetto reggiano, cui dedicò larga parte dei suoi studi. Il suo interesse e la sua passione per la dialettologia lo portarono a fondare, assieme ad altri cultori, il Centro Studi sul Dialetto Reggiano. Fu inoltre docente universitario e presidente della sezione reggiana della Deputazione di Storia Patria.

L’incontro Ugo Bellocchi. Promotore culturale del secondo Novecento è coordinato da Giovanni Rossi, presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna. Intervengono Giordano Gasparini, con un intervento dedicato alla cultura reggiana tra gli anni Cinquanta e Settanta del Novecento; Mirco Carrattieri, che approfondisce la storiografia reggiana e l’opera di Bellocchi; Gabriele Fabbrici, che affronta i rapporti tra Bellocchi e la Deputazione di Storia Patria di Reggio Emilia; mentre Alberto Ferraboschi racconta i legami tra Bellocchi e la biblioteca popolare di Reggio Emilia. Prende parte all’incontro anche la figlia dell’intellettuale, Lisa Bellocchi, con un intervento dal titolo Bellocchi e gli ambienti artistici e intellettuali. Giuseppe Adriano Rossi affronta il tema dei punti di incontro tra Bellocchi e l’Associazione Provinciale Stampa Reggiana e Maria Cristina Bulgarelli offre un affondo su uno dei temi più cari a Bellocchi, quello del dialetto, con l’intervento Il fondo sul dialetto reggiano e Bellocchi. Conclude l’appuntamento Angelo Spaggiari.

L’incontro è fruibile liberamente e gratuitamente collegandosi alla pagina Facebook o al canale Youtube della Panizzi.

Tutte le informazioni sull’evento e sulla rassegna sono sul sito

www.panizzi.comune.re.it

Facebook e Instagram Biblioteca Panizzi

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu