Prof uccisa nel Bolognese, in fermo il vicino

carabinieri Albinea stop controllo

I carabinieri del nucleo investigativo di Bologna hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del presunto autore dell’omicidio di Natalia Chinni, la 72enne insegnante in pensione trovata morta il 29 ottobre nella sua casa di Santa Maria Villiana di Gaggio Montano, uccisa da una ferita provocata da un fucile calibro 12.

Si tratta di un vicino, su cui si erano già concentrate le indagini, coordinate dal pm Antonello Gustapane.

Ulteriori dettagli saranno resi noti in una conferenza stampa prevista in mattinata.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu