Monumento ai caduti imbrattato con offese a Delrio e Vecchi, il deputato reggiano: inciviltà che ferisce

delrio_sfregio

Dopo il vile gesto delle mani ignote che hanno imbrattato il monumento ai partigiani di via Emilia San Maurizio con offese al parlamentare e candidato alle politiche del Pd Graziano Delrio e al sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi (cippo che era già stato preso di mira nei mesi passati da persone incivili), il deputato reggiano ha postato sul suo profilo Facebook: “È accaduto nella mia città. Segni di inciviltà che feriscono. E offendono la memoria dei partigiani che hanno combattuto per la libertà. Di tutti, anche di chi insulta. Non abbassiamo la guardia”.

Stefano Bonaccini: scritte indegne. “Sono scritte indegne quelle comparse a Reggio Emilia. Massima vicinanza al sindaco Vecchi e a Graziano Del Rio, persone oneste ed integerrime, prima ancora che capaci e competenti.
Scritte vergognose che, peraltro, imbrattano un monumento in memoria di partigiani che caddero per liberare il nostro Paese dai nazifascisti e restituirci libertà, pace, democrazia”.

Pd Reggio Emilia: fiducia nella giustizia. “Sono inqualificabili le scritte comparse ieri (domenica, ndr) al monumento ai partigiani e ai caduti di Ospizio. Oltre ad aver offeso la memoria delle vittime della guerra e del nazifascismo, persone che hanno sacrificato la propria vita per garantire la nostra libertà, hanno diffamato due importanti esponenti della nostra Comunità politica e delle Istituzioni. Graziano Delrio e Luca Vecchi hanno sempre posto al centro del loro impegno il dialogo e il confronto nel rispetto di tutti. I soliti eroi delle tenebre invece hanno scelto modi e contenuti ingiuriosi e falsi per offendere l’onorabilità di Luca e Graziano di cui il Pd è fiero sostenitore. Nessun atto vile e intimidatorio potrà scalfire il rispetto dovuto ai nomi incisi sulle lapidi e che rappresentano i valori democratici di libertà e uguaglianza fondanti la nostra Costituzione. Abbiamo massima fiducia negli organi inquirenti affinché questo oltraggio non rimanga impunito e che gli autori siano individuati al più presto”.

Trovare i responsabili. “L’offesa alla memoria dei partigiani e gli insulti al nostro deputato Graziano Delrio con scritte sul monumento ai caduti della Resistenza a Reggio Emilia sono di una gravità inaudita. Rivelano purtroppo come da parte di minoranze già sconfitte dalla storia ci sia ancora la volontà di avvelenare i pozzi della convivenza civile nel nostro Paese. Nel testimoniare tutta la nostra vicinanza e solidarietà a Graziano, diciamo anche che non ci faremo intimorire da questi atti vigliacchi. Anzi, riteniamo sia necessario alzare il livello della vigilanza democratica, con l’augurio che le autorità di sicurezza individuino e assicurino presto alla giustizia i responsabili”. Così le deputate e i deputati del Gruppo Pd della Camera.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu