Modena, 1.200 tonnellate di sale per affrontare la neve

salatura

Sono circa 400 le tonnellate di sale già accatastate nella montagna di sale al deposito di via Morandi, e altre 850, per arrivare a un totale di circa 1.200 tonnellate, arriveranno di qui a fine anno, pronte per essere utilizzate in caso di necessità per far fronte alle eventuali situazioni di neve e ghiaccio sulle strade che si presenteranno in città nella stagione invernale 2021-2022.

Quest’anno, il servizio di sgombero neve sul territorio comunale sarà effettuato dal raggruppamento temporaneo di imprese Modena strade e servizi scarl cui sono stati affidati a partire da ottobre i lavori e i servizi pluriennali di gestione e manutenzione del patrimonio infrastrutturale stradale comunale per il biennio settembre 2021-agosto 2023. Il raggruppamento dovrà coordinare le attività sotto il monitoraggio dell’Amministrazione comunale che, in linea con quanto già previsto lo scorso anno, ha predisposto il Piano neve 2021, cioè il disciplinare che regolamenta l’esecuzione delle azioni tecniche, gestionali e amministrative volte a garantire la sicurezza, l’efficienza e la funzionalità della rete infrastrutturale stradale del comune. A differenza dello scorso anno, inoltre, sarà Anas, pur in coordinamento con il Comune, a occuparsi direttamente del servizio di salatura e pulizia della tangenziale. Nello scorso aprile, infatti, anche i tratti dell’anello di proprietà comunale sono stati trasferiti alla società statale che ora ha la responsabilità di tutta l’infrastruttura. Il coordinamento tra gli enti prevede, comunque, che il Comune continui a seguire direttamente gli svincoli di competenza.

A fare il punto sul Piano neve 2021-2022 è stato l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Bosi, insieme a tecnici comunali che questa mattina, martedì 7 dicembre, si sono recati presso la montagna del sale in via Morandi.

I mezzi pronti a intervenire, tutti dotati di sistemi di localizzazione gps, sono complessivamente 155 tra spargisale (25) e lame (130), alcune delle quali adatte alla rimozione della neve nelle strade di ridotte dimensioni. Si aggiungono inoltre quattro mezzi per la pulizia di ciclabili e pedonali, oltre a 40 addetti di cooperative coinvolti nella spalatura manuale della neve. Tutti lavoreranno in coordinamento diretto con i volontari della Protezione civile, a loro volta muniti di attrezzature per interventi di rimozione di rami o messa in sicurezza. Per operazioni urgenti relative al verde, inoltre, è prevista la disponibilità di due squadre attrezzate.

In caso di previsioni di basse temperature o neve si attiverà il Coc (Centro operativo comunale) presso la sede della Polizia locale, in via Galileo Galilei 165, garantendo il coordinamento dei diversi interventi e soggetti coinvolti. In particolare, in previsione di basse temperature è prevista la salatura preventiva nelle strade principali e secondarie, rotatorie, sottopassi, cavalcaferrovia e cavalcavia e lungo i percorsi del trasporto pubblico. A seguire nelle altre strade. In caso di neve, è previsto lo sgombero con lame spalaneve e, se necessario, anche in questo caso lo spargimento di sale. In seguito al ripristino della viabilità e tenendo conto delle condizioni climatiche si provvederà allo sgombero delle principali piste ciclabili.

L’obiettivo è consentire la continuità della circolazione dei mezzi pubblici e privati, l’accesso alle strutture sanitarie, agli uffici pubblici e alle scuole, per garantire l’apertura almeno per l’accoglienza di bambini e ragazzi.

Presso gli edifici scolastici, la pulizia sarà garantita fino agli ingressi, su strada e sui marciapiedi, mentre all’interno sarà il personale degli istituti a provvedere. A ogni plesso scolastico sono stati forniti pale e sacchi di sale da spargere nelle aree interne e nei camminamenti pedonali, si provvederà alla pulizia delle principali piste ciclabili di servizio, così come delle principali fermate degli autobus ritenute fondamentali per migliorare il deflusso delle persone e la circolazione dei mezzi. In caso di necessità, è stata individuata un’area in via Divisione Acqui vicino al Palasport come zona di discarica della neve eventualmente asportata da aree pubbliche.

Nell’ambito dell’appalto per la gestione e manutenzione del patrimonio infrastrutturale stradale comunale 2021-2023, del valore di circa 12 milioni di euro, per la manutenzione ordinaria e il servizio di sgombero neve sono destinati 2 milioni di euro. Le quote utilizzate per il servizio di pulizia strade, in particolare, corrispondono ai costi fissi legati alla disponibilità dei mezzi, cui si aggiungerà una spesa variabile a seconda degli eventi nevosi che si verificheranno. La disponibilità finanziaria dell’Amministrazione per interventi di manutenzione straordinaria, segnaletica orizzontale e alberature stradali, le cui risorse vengono messe a disposizione di volta in volta, arriva invece fino a 10 milioni di euro. Il raggruppamento temporaneo di imprese aggiudicatario è composto da Consorzio stabile modenese, CME Consorzio imprenditori edili società cooperativa, Consorzio Innova società cooperativa, Cavalier Emilio Giovetti srl, Consorzio Apima modenese società cooperativa.

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu