Mei, scopriamo assieme la 26esima edizione

CMQMARTINA_s

Annunciati i primi ospiti del Meeting delle Etichette Indipendenti, in programma l’1, 2 e 3 ottobre come di consueto a Faenza (Ravenna): Nccp, Alessandro Gaetano, Lorenzo, Amerigo Verardi, Enrico Capuano, cmqmartina, H.E.R., VV, Giuse The Lizia, Andrea Chimenti e Giovanni Lindo Ferretti.
La più importante rassegna della musica indipendente italiana, ideata e coordinata da Giordano Sangiorgi, giunta al suo 26° anno – e dopo il successo della precedente edizione, con sold out in tutte le piazze centrali della Città e oltre 450 mila spettatori on line – si presenterà nell’edizione MEI 2020 +1 con concerti, forum, convegni, fiere e mostre nelle principali piazze, teatri e palazzi e palchi faentini, aggiungendo contenuti Extra MEI on line, con dirette streaming e contenuti esclusivi sul sito e sulle pagine social ufficiali della manifestazione.

L’edizione di quest’anno sarà dedicata, a 40 anni dalla sua scomparsa, a Rino Gaetano il primo artista italiano indipendente ante litteram – che con la sua “Ma il cielo è sempre più blu”, cantata dai balconi di tutta Italia in un momento di grande indeterminatezza, è stata un monito per andare avanti con positività e si è fatta portabandiera di tutte quella realtà che non hanno rappresentanza nelle Istituzioni e nei Sindacati ma che costituiscono il 70% degli eventi in questo Paese creando territorialità regionale, nazionale e condivisa – con lo spettacolo di apertura al Teatro Masini “40 ANNI SENZA RINO” dove suonerà dal vivo la RINO GAETANO BAND – capitanata dal nipote Alessandro, da sempre attivo a tenere viva la memoria del grande Rino Gaetano – saliranno sul palco come ospiti anche PIERDAVIDE CARONE e DIANA TEJERA.

Dedicata a Rino Gaetano anche la compilation realizzata quest’anno dall’Isola Tobia Label del circuito AudioCoop, insieme al cantautore e produttore Carlo Mercadante; mentre il MEI dedicherà una speciale “figurina solidale” numerata e in tiratura limitata (300 esemplari) per omaggiare il cantante crotonese, realizzata dall’azienda bolognese Figurine Forever e il cui ricavato sarà destinato a una raccolta fondi a favore della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

<<La cultura deve ripartire dalle piccole cose>> – sostiene cmqmartina, che vince il Premio Giovani MEI 2021 e sabato 2 ottobre tornerà, <<la cosa più bella di sempre>> sostiene, a suonare live per una data del suo tour, in cui presenterà per i suoi primi vent’anni il suo secondo album, intitolato “DISCO2”.
Premio alla carriera ad Andrea Chimenti, che presenterà in anteprima assoluta al Teatro Masini alcuni brani del nuovo album “Il deserto la notte il mare”, in uscita il 5 novembre 2021; Premio PIMI al miglior artista indipendente dell’anno, assegnato invece ad Amerigo Verardi e Giovanni Lindo Ferretti; Premio Speciale Nilla Pizzi, storica artista emiliano-romagnola che fece grande il Festival di Sanremo, come miglior artista indipendente a Sanremo 2021 con OAPlus a La rappresentante di lista; mentre si aggiudica il premio come Miglior Artista Romagnolo 2021, il cantautore LORENZO KRUGER, che presenterà il suo nuovo album con Woodworm Label.

In questa edizione, il MEI Giovani invece si arricchisce di due delle migliori novità sul panorama musicale: VV e Giuse The Lizia, due cantautori originali, voce della nuova scena musicale italiana a confine tra l’indie pop e le urban vibes, entrambi scoperte di Maciste Dischi, il cui percorso si intreccia ancora una volta con quello del MEI dopo il premio come Miglior etichetta discografica giovane italiana nel 2015 e il Premio Giovani MEI – ExitWell a Fulminacci nel 2019.


A testimonianza di quanto la musica – sebbene non sostenuta come dovrebbe – sia da considerarsi un volano dell’immagine dell’Italia nel mondo, un premio alla carriera verrà conferito anche a RENATO MARENGO, in occasione della pubblicazione di Napule’s Power, il volume dedicato a raccontare quel prodigioso movimento culturale e musicale che ha saputo riportare la musica di Napoli in Italia e nel mondo, proprio mentre la città viveva una sua grande, profonda e definitiva rinascita; così come la NUOVA COMPAGNIA DI CANTO POPOLARE (NCCP) riceverà il riconoscimento dovuto allo storico progetto artistico e musicale, prodotto proprio da Renato Marengo, che ha fatto la storia della musica italiana, esportando la grande cultura musicale partenopea in tutto il mondo.

Ma con un presente incerto, un futuro non può esistere e se ne parlerà approfonditamente negli incontri e nelle tavole rotonde organizzate per la tre giorni: <<Il ruolo dell’artista non è marginale alla società – sottolinea H.E.R. in rappresentanza del Nuovo Imaie, già vincitrice della scorsa edizione del Festival Voci per la Libertà – abbiamo il dovere di essere consapevoli dell’importanza della cultura e della musica e di poterlo trasmettere, noi per primi, noi che rappresentiamo la cultura indipendente, perché questo non può succedere con il mainstream ma solo partendo dal basso. Siamo tutti vincitori e siamo tutti perdenti e ce l’ha insegnato la pandemia, con la mancanza di live e di continuità retributiva. Serve regolamentazione. La musica ha un valore e dobbiamo capirlo sia noi che lo Stato>>.

Nel weekend del meeting, al Palazzo Delle Esposizioni di Faenza, si terrà anche la terza edizione della “FIERA DEL DISCO DI FAENZA”: due giorni di incontri con i protagonisti del mondo musicale di ieri e di oggi, presentazioni e esposizioni di dischi in vinile, cd, poster, riviste, strumenti musicali, libri, fumetti, figurine e tanto altro, provenienti da tutt’Italia per collezionisti, appassionati e amanti della musica.
Torna come da tradizione anche la TARGA MEI MUSICLETTER, il premio nazionale per il giornalismo musicale sul web.  Il riconoscimento sarà assegnato – nel corso del FORUM DEL GIORNALISMO MUSICALE che si terrà presso il Palazzo Comunale – al “Miglior sito collettivo” e al “Miglior blog personale” e ad altri settori d’informazione musicale e culturale dell’anno
Aperte le iscrizioni anche all’edizione 2021 del PIVI, che quest’anno vede l’aggiunta del Premio Speciale MIGLIOR LIVE DI SEMPRE. La selezione del miglior videoclip avverrà in due modalità: tramite scouting e attraverso segnalazioni dirette, che come ogni anno riservano sorprese incredibili a livello di creatività e tecnica.
Un lungo weekend che trasformerà Faenza in una vera e propria città della musica con concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, affiancati da una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale con l’obiettivo di sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie ed emergente.

Verranno premiate le migliori realtà indie italiane grazie al circuito di AudioCoop, che rappresenta circa 200 piccole etichette discografiche indipendenti italiane, e saranno presenti, unico caso in Italia, i vincitori di oltre 100 festival e contest per emergenti provenienti da tutta la penisola e selezionati da AudioCoop, coordinamento etichette indipendenti, dalla Rete dei Festival, dal circuito di AIA – Artisti Italiani Associati, insieme a La Squadra per la Musica, il programma in oltre 150 radio Classic Rock on Air;  mentre main sponsor saranno Comune di Faenza, Regione Emilia-Romagna, La Bcc Ravennate Forlivese e Imolese, e l’AFI, l’Associazione Fonografici Italiani.

La musica a partire dalla formazione, quindi, affrontando i tempi ce ercando di attraversarli senza rigidità dei termini.
Ma come consegnare le chiavi della musica alle nuove generazioni, se è cambiato non solo il modo con cui possiamo chiamare questo tipo di musica?
Come si può raccontare, scoprire, valorizzare quelli che saranno i futuri protagonisti della musica di domani; valorizzare l’arte di chi esplora terre dove non esistono più confini musicali, con un valore intrinseco che va aldilà delle etichette, libere dal mercato discografico, se un mercato senza più vincoli è solo un miraggio?
<<Parole senza mistero>>, tanto per citare Colapesce, Dimartino.




Non ci sono commenti

Partecipa anche tu