Manovra alla Camera, protesta Pd

manovra_2019

Bagarre nell’Aula della Camera prima che inizi l’esame della Manovra. La seduta è stata sospesa, e il presidente Roberto Fico ha convocato al conferenza dei capigruppo. Emanuele Fiano (Pd) e un deputato di Fdi sonostati visti muoversi in modo minaccioso verso i banchi della presidenza, sbattendo sui banchi del governo un fascicolo di emendamenti.

La commissione Bilancio della Camera ha approvato, con i voti della maggioranza M5s-Lega, il mandato al relatore sulla manovra, che è attesa in mattinata nell’Aula di Montecitorio. Pd e Forza Italia hanno votato contro.

L’opposizione in commissione ha protestato perché il testo è stato inviato in Aula “senza discutere né votare” i circa 350 emendamenti che erano stati presentati alla legge di bilancio. “Una manovra che – come certificato dall’ufficio parlamentare di bilancio – alza la pressione fiscale e diminuisce gli investimenti. E che per giunta nasce sei giorni fa e viene approvata senza che i due rami del Parlamento abbiano potuto esaminarla. Direi un capolavoro, sia nel merito che nel metodo”. Lo afferma Luigi Marattin, capogruppo Pd in commissione Bilancio alla Camera.
Oggi il Pd presenterà in una conferenza stampa alla Camera il ricorso alla Consulta sulla legge di Bilancio.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu