I gesuiti a Reggio, scuola di formazione sociale e politica al Sacro Cuore di Baragalla

copertina-bottazzi

“Un’esperienza di formazione sociale e politica. I Gesuiti a Reggio Emilia”. Questo è il titolo dell’opera del reggiano Luigi Bottazzi, ex consigliere regionale e presidente del Circolo di cultura Giuseppe Toniolo, frutto di un lavoro di ricerca e sistemazione testi che è durato oltre due anni consultando gli archivi di Reggio, Guastalla, Gallarate, Milano e Roma.

Il libro racconta della vicenda del centro Sacro Cuore di Baragalla di Reggio Emilia, attivo dal 1958 al 1975 e voluto e diretto dai Gesuiti milanesi del San Fedele, nel quale operò, esperienza unica in Italia, una scuola di formazione sociale e politica (1959-1966) ideata e condotta dagli stessi padri con la collaborazione di grandi figure di studiosi e accademici cattolici, quali Mario Romani, Giuseppe Lazzati, Siro Lombardini, Francesca Duchini, Luigi Frey (e altri ancora), diretta da Padre Rosa, fine giurista e teologo.

L’impostazione e l’avvio della Scuola Superiore di Scienze Sociali, così si chiamava, fu incoraggiato dall’allora vescovo di Milano monsignor Montini e dal suo vicario monsignor Pignedoli (di origini reggiane) e ben accolta dal vescovo di Reggio Emilia, Beniamino Socche. Nei primi anni era frequentata da oltre cento giovani e ragazze diplomati, proveninenti non solo da Reggio, ma anche da Piacenza, Modena, Parma e Mantova. Fu una realtà formativa importante per i giovani cattolici.

Il volume, 249 pagine, riporta una preziosa e puntuale prefazione di padre Arturo Sosa, preposto generale della Compagnia di Gesù, alcuni inediti di Padre Sorge (2004-2018), e gli atti principali del convegno tenuto all’Ifoa il 27 gennaio 2018 sulla Scuola.

Il prezzo di copertina del volume è di 20 euro. I libri si possono richiedere direttamente presso l’Editore Gianni Bizzocchi (piazza Vallisneri, 3-a, 42121 Reggio Emilia) che pratica diverse condizioni di vendita.

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu